SHARE
Fantini e Bona al lavoro sulla prua di Enel Green Power

Aggiornamento– Confermate le sensazioni della mattinata riguardo alla rotta di Enel Green Powewr. A causa di un’avaria al timone di dritta, probabilmente dovuta all’impatto con un UFO (unidentified floating object), il Class 40 ITA 55 Enel Green Power in gara alla Transat Jacques Vabre sta facendo rotta verso Lisbona per una valutazione dei danni. L’equipaggio, composto dallo skipper Andrea Fantini e dal co-skipper Alberto Bona, sta bene e ha già adottato le misure necessarie per navigare in sicurezza fino al Portogallo. A seguito della definizione approfondita del danno e della valutazione tecnica si deciderà, insieme ai Partner e allo Shoreteam, se riprendere o meno la Transat Jacques Vabre.

Le Havre, Francia- Buon comportamento dei due Class 40 italiani alla Transat Jacques Vabre, giunta al quarto giorno di regata dopo la partenza di domenica scorsa da Le Havre. Massimo Juris e Pietro Luciani su Colombre XL sono settimi a 110 miglia dai leader Sharp/Santurde. Ottava posizione per Andrea Fantini e Alberto Bona su Enel Green Power, a 121 miglia dalla testa. I Class 40 si trovano tra Lisbona e le Azzorre, sfruttando la rotazione deei venti da ENE attorno all’Anticiclone.

Al rilevamento delle 13:06CET, però, Enel Green Power viene segnalato con una velocità di soli 3,3 nodi medi nell’ultima ora con una rotta ovest dopo aver strambato, il che farebbe ipotizzare qualche problema a bordo. Al prossimo rilevamento ne sapremo di più.

Fantini e Bona al lavoro sulla prua di Enel Green Power

Ben più avanti, già a over di Capo Verde dopo quattro giorni di mare, gli Ultime, con Sodebo Ultim di Coville/Nelias che precede Edmond de Rotschild di Josse/Trouxel di 65 miglia.

Negli Imoca 60 giornata no ieri per Fabrice Amedeo e Giancarlo Pedote su Newrest Brioche Pasquer, che hanno rotto il gennaker migliore e non possono più sfruttare al meglio le andature portanti. Alle 13:05CET erano in dodicesima posizione, a 257 miglia da St. Michel Virbac di JP Dick ed Elies.

Tra i Multi 50 in testa Arkema con Roucayrol/Pella. Da segnalare la scuffia di Drekan Groupe di Defert/Pratt all’altezza delle Azzorre, con i due velisti tratti in salvo questa mattina da un cargo olandese diretto negli Stati Uniti, dirottato sul posto (380 miglia a est di Terceira) dalla MRCC di Ponta Delgada.

Il trimarano scuffiato durante le operazioni di recupero

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here