SHARE

Fernando de Noronha, Brasile- Sei giorni per arrivare dalla Bretagna all’Equatore a 27 nodi di media… le prestazioni dei maxi trimarani oceanici fanno ormai impallidere le navi commerciali. E il bello è che il tempo impiegato da Francois Gabart su Macif, che questa mattina ha doppiato l’Equatore nel suo tentativo di battere il record di circumnavigazione in solitario del globo, non è neanche il miogliore. Thomas Coville su Sodebo Ultim, infatti, impiegò 5 giorni 17 ore 11 minuti e 52 secondi per coprire l’analoga tratta.

Aerial images of Francois Gabart onboard Ultim MACIF, training before the Round the Word Solo Handed Record, off Belle Ile, on October 16th, 2017 – Photo jean-Marie LIOT / ALEA / MACIF

Alle 11:30CET di venerdì 10 novembre, Macif deve recuperare 107 miglia rispetto a Sodebo Ultim. Gabart si è detto comunque soddisfatto del tempo impiegato sino all’Equatore e di essere fiducioso sull’esito del suo tentativo, grazie anche a una configurazione meteo nel Sud Atlantico che appare favorevole.

Il primato da battere, stabilito da Coville nel 2016, è di 49 giorni, 3 ore, 4 minuti e 28 secondi. Il che significa che Gabart dovrà essere di ritorno a Ouessant prima del 23 dicembre prossimo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here