SHARE
Xabi Fernandez su Mapfre

Cape Town, Sud Africa- Sono ore bagnatissime per i VO65 impegnanti nella fase finale della Leg 2, con meno di 2.000 miglia ancora da percorrere per l’arrivo a Cape Town. A uscire al meglio dalla discesa fino ai 35° Sud è stato Mapfre, che alle 8CET di oggi era in testa con 35 miglia di vantaggio su Team Brunel, che ha in parte vinto la sua scommessa azzardata di navigare per primo con Vmg negativo, alla ricerca del più rapido modo possibile per scendere di latitudine. La flotta sta finalmente navigando verso est, riducendo quindi la distanza effettiva verso Cape Town.

Xabi Fernandez su Mapfre. Foto Fonolla/VOR

Al momento Brunel è infatti la barca più meridionale, quasi al limite dei Quaranta Ruggenti, e potrebbe cogliere al meglio il cambio di angolo del vento atteso per la tarda serata di oggi. Domattina Mapfre, Brunel, Vestas (che segue a 41 miglia) e Dongfeng (a 49) passeranno a sud dell’isola di Tristan da Cunha, la più isolata del Pianeta distante stamani ancora 440 miglia.

Le velocità sono di nuovo stabilmente oltre i 20 nodi, cosa consueta nel Sud Atlantico, tradizionalmente teatro di alcuni dei migliori record di velocità sulle 24 ore nella storia del giro del mondo.
Con il vento è arrivato anche il freddo, misto a nebbia e umidità, tipico del Southern Ocean. In appena 48 ore si è passati quindi dalle temperature tropicali alle cerate stagne.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here