SHARE
Pedote e Amedeo all'arrivo a Bahia

Salvador de Bahìa, Brasile- Transat Jacques Vabre conclusa per Fabrice Amedeo e Giancarlo Pedote, che hanno tagliato alle 11:16 CET la linea d’arrivo a Bahìa, in Brasile, terminando in 12° posizione della classe Imoca. Newrest – Brioche Pasquier ha impiegato 16 giorni 21 ore, 41 minuti e 16 secondi per percorrere le 4.350 miglia teoriche tra Le Havre e Salvador de Bahia. Tre giorni e 14 ore il distacco dal vincitore negli Imoca 60, St. Michel-Virbac di Jean Pierre Dick e Yann Elies.

Pedote e Amedeo all’arrivo a Bahia

Un risultato che non era quello atteso alla partenza e che lascia agli skipper di Newrest – Brioche Pasquier una sensazione a metà tra delusione ed arricchimento, come spiega al suo arrivo in Brasile Giancarlo Pedote: «In uscita dalla Manica abbiamo fatto alcune scelte strategiche che non hanno pagato, ma abbiamo sempre cercato di restare nel gruppo e ritornare. L’esplosione dello spi a Capo Finisterre è stato un handicap che abbiamo pagato caro soprattutto tra Capo Verde e l’arrivo nelle Calme Equatoriali, ma anche negli ultimi momenti della regata. Nonostante questo, ciò che più mi resta dentro di questa prima transat in Imoca è tutto ciò che ho appreso. Il bilancio è positivo, anche se da un punto di vista della prestazione avremmo potuto fare qualcosa di meglio. Sul piano umano, tutto è andato molto bene. Anche senza spi, siamo sempre riusciti a conservare il sorriso a bordo. Abbiamo sviluppato una buona relazione con Fabrice. Abbiamo passato dei buoni momenti. Tutto questo mi dà ancora più voglia di essere alla partenza del prossimo Vendée Globe. Questa Transat Jacques Vabre con Fabrice mi ha definitivamente infettato il virus dell’Imoca! ».

Lorenzo Caruso, Corporate and Business Communications Director di Prysmian Group, storico sponsor di Giancarlo Pedote, che lo segue anche su Newrest-Brioche Pasquier, dichiara: «Abbiamo seguito tutti questa nuova sfida di Giancarlo, giorno dopo giorno. Eravamo con lui in questa sua, nostra, prima esperienza oceanica a bordo di un IMOCA. Siamo fieri di come ha reagito agli imprevisti e dello spirito con cui ha affrontato una stagione di scoperta e apprendimento. Sappiamo che adesso è uno skipper ancora più completo.»

Nella class 40 stanno facendo molto bene gli italiani Massimo Juris e Pietro Luciani a bordo di Colombre XL. Questa mattina sono ancora sesti, a 390 miglia dall’arrivo a Bahia, dove sono attesi nella mattinata di venerdì. Per la vittoria nei Class 40 è testa a testa tra Aina Enfance et Avenir e V and B, separati da solo mezzo miglio con 119 miglia ancora da percorrere.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here