SHARE

Sanya, Cina- E’ italiano il primo Oro ai Mondiali Giovanili in corso a Sanya, in Cina. A conquistarlo sono le bravissime Margherita Porro e Sofia Leoni nella classe 29er donne. Le italiane hanno ottenuto un 7-3 nelle prime due prove di oggi, disputate con vento da 6 a 12 nodi, risultato più che sufficiente per garantire loro la conquista dell’Oro con due prove d’anticipo. Nella terza prova di giornata hanno ottenuto un decimo (scartato). Sono 26 i punti di vantaggio sull’equipaggio francese che li segue e che, con una sola prova prevista per domani, non ha più la chance di recuperare. Bravissime.

Margherita Porro e Sofia Leoni festeggiano l’Oro © Tomas Moya / Sailing Energy

“Ancora non possiamo credere che abbiamo vinto”, ice Margherita Porro, “E’ una sensazione incredibile. E’ stata una fantastica settimana, in particolare il primo giorno perché abbiamo fatto tre primi in tre prove. Sapevamo di aver vinto dopo la seconda prova di oggi. Questa settima a e questo evento sono stati importndissimi per noi”.

In testa alla sua classe, l’RS:X donne, è anche Giorgia Speciale (oggi 3-2-1), che domani si giocherà l’Oro con l’inglese Wilson (un punto dietro) e la cinese Yu (quattro punti dietro).

Nei Laser Radial Guido Gallinaro (oggi 12-7) doveva affrontare l’ultima giornata di domani da secondo, con otto punti da recuperare sul russo Krutskikh e uno di vantaggio sull’israeliano Hrosh. Purtroppo in serata arriva la notizia della squalifica in regata 7 a seguito di una protesta persa. Gallinaro scende al quarto posto, con un punto da recuperare per il bronzo e otto per l’argento.

In lotta per le medaglie sono anche Arianna Passamonti e Giulia Fava nel 420 donne. Dopo il 4-6 di oggi le due azurrine sono terze, con tre punti di vantaggio sulle quarte.

Nel 420 uomini Ferraro-Orlano sono 15esimi. Federica Cattarozzi (15-5 oggi) è decima nei Laser Radial donne. Nei Nacra 15 Alessandra Cesarini e Flavia Saveriano (9-8-8 oggi) sono noni. Federico Zampiccoli e Leonardo Chiste (15-3-7 oggi) mantengono il settimo posto nei 29er uomini. Nelle tavole maschili quinto posto per Luca Di Tommasi (4-9-3), a otto punti dal bronzo.

L’Italia mantiene il primo posto nel Nation’s Trophy.

Domani in programma una sola prova per tutte le classi alle 11 locali.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here