SHARE
L'arrivo di Mapfre a Port Phillip. Foto Renedo

Melbourne, Australia– Mapfre vince con merito la terza tappa della Volvo Ocean Race e allunga in classifica generale. La barca rossa condotta da Xabi Fernadez ha concluso alle 16:07 UTC di oggi pomeriggio in piena notte australiana, impiegando quindi 14 giorni 4 ore 7 minuti e 21 secondi sulle 6500 miglia teoriche della tappa da Cape Town a Melbourne. La media, calcolata sulle 6.622 miglia effettivamente percorse, è stata di  19,47 nodi, davvero notevole per un monoscafo di 65 piedi.

L’arrivo di Mapfre a Port Phillip. Foto Renedo

Xabi Fernandez e compagni salgono a 29 punti in classifica generale, visto che la Leg 3 aveva punteggio doppio, e conquistano la seconda vittoria consecutiva nelle tre tappe sin’ora disputate del giro del mondo.

Secondo sarà Dongfeng, che alle 17:30 CET aveva 45 miglia ancora da percorrere, con 30 miglia su Vestas e 50 su Brunel, che dovrebbero quindi conquistare rispettivamente il terzo e quarto posto di tappa. Per domani, giorno di Natale,  sono attesi gli arrivi di Scallywag, Turn the Tide on Plastic e Akonobel, il cui ETA potrebbe addirittur slittare alle prime ore del 26 dicembre.

La replica dell’arrivo di Mapfre

 

“Una vittoria fantastica per noi, una tappa molto buona, ma è stata dura, abbiamo dovuto lottare molto per ottenerla. C’è ancora molta strada da fare e dobbiamo fare attenzione ma tutto positivo, e siamo molto felici.” Ha dichiarato lo skipper Xabi Fernandez, alla sua quinta partecipazione alla Volvo Ocean Race e alla prima come skipper, “Spero ci riusciremo, è ciò per cui lavoriamo duro ogni giorno. Due vittorie consecutive sono un bello score. Ci siamo andati vicino con Téléfonica, forse questa potrebbe essere la volta buona. Ma dobbiamo comunque procedere passo dopo passo e fare attenzione. Ma siamo felici di rendere i nostri fan orgogliosi di noi.” Alla domanda sul suo equipaggio Fernandez ha risposto: “Il punto di forza del nostro team sono le persone. Sono bravissimi e hanno lavorato così tanto in questa tappa. Ora abbiamo qualche giorno per recuperare le forze e per prepararci alla prossima”.

Xabi Fernandez all’arrivo. Foto Renedo

Sarà la volta buona per la Spagna alla Volvo Ocean Race? Favoriti della vigilia, e ancor di più dopo quanto visto nelle prime tre tappe del giro del mondo, i velisti e le veliste di Mapfre sembrano in controllo della Volvo. Superata anche la prova del Southern Ocean, in cui sono rimasti a portata di Dongfeng per poi sferrare l’attacco finale negli ultimi quattro giorni di mare, Xabi Fernandez e il navigatore Joan Vila possono solo perdere questa Volvo. Lo skipper basco è prudente e fa bene, visto che già due edizioni fa Telefonica dominò la prima parte del giro per poi subire il ritorno di Groupama nelle tappe finali. Ma allora non c’era il One Design e Cammas riuscì a migliorare la velocità strada facendo.

Mapfre va veloce, spinge più di tutti e ha in Joan Vila uno dei migliori navigatori sulla piazza. In più Xabi Fernandez, per la prima volta da solo al comando e senza il suo alter ego Iker Martinez come nei passati giri e nelle medaglie olimpiche, sta dimostrando di avere carisma, solidità e doti di leader. Per cui… adelante Mapfre. Il solo Dongfeng sembra in grado di creare problemi, mentre Team Brunel anche in questa tappa ha mostrato alcune lacune che Bouwe Bekking ancora non sta riuscendo a colmare. E’ ancora lunghissima, ma Mapfre va forte e sono gli altri a doverlo riacciuffare.

Il video di una strapuggiata estrema su Turn the Tide on Plastic:

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here