SHARE
Il recupero dei velisti da parte della Guardia Costiera

La Maddalena- Altro episodio sconcertante di imprudenza e imperizia marinaresca dopo quello del 2 gennaio al Porto di Roma. Questa volta si tratta di una coppia di velisti, che ieri sera ha pensato bene di effettuare la traversata da Solenzara, in Corsica, a un porto del Lazio con una piccola barca a vela, si riconosce un modello del cantiere J Boats, finendo per essere soccorsa dalla Guardia Costiera della Maddalena per l’ovvio pessimo stato del mare, ampiamente previsto a causa di una burrasca da Ponente sul Mar di Corsica e Mar Ligure.

Il recupero dei velisti da parte della Guardia Costiera

I bollettini meteo avevano ampiamente previsto tale situazione. Le alte montagne della Corsica, come sempre, rendevano il porto di Solenzara, che si trova poco a nord di Porto Vecchio, ridossato dal vento da Ovest con conseguente stato del mare ingannevole. Appena giunti a sud est di Porto Vecchio, i rinforzi evidenti provenienti dalle Bocche di Bonifacio, con raffiche fino a 35 nodi hanno rapidamente messo in difficoltà la coppia.

Il vento alle 00 UTC di oggi sul Ligure e Tirreno Settenrtionale, si nota il ridosso fornito dalla Corsica e il vento fino a 30 nodi, con raffiche a 35 proveniente dalle Bocche di Bonifacio, con conseguente stato del mare (vedi sotto). Partire da Solenzara per dirigere in poppa verso il Lazio è stata una grave inprudenza. Modelli LaMMa

I soccorsi sono stati attivati da Compamare Livorno intorno alle 19. Una motovedetta, la CP306 di La Maddalena, è giunta sul posto intorno alle 3 della notte procedendo, non senza difficoltà, al recupero dei due velisti e del loro cane, approfittando anche nel ridosso sottovento alla nave cisterna liberiana central Park, dirottata sul posto dalla Centrale Operativa della Guardia Costiera di Roma. La barca è stata lasciata alla deriva e dovrà essere organizzato un recupero nei prossimi giorni.

Il video del recupero (courtesy La Nuova Sardegna)

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here