SHARE
Leg 4, Melbourne to Hong Kong, day 16 David Witt looks on and wonders if the dream might become a reality on board Sun Hung Kai/Scallywag. Photo by Konrad Frost/Volvo Ocean Race. 16 January, 2018.

Hong Kong– Dongfeng entra in modo stealth per cercare di riacciuffare Scallywag, a due giorni dal’arrivo a Hong Kong, e il leader della Leg 4 risponde nascondendosi anche lui. Dongfeng riappare intorno alle 20 CET, 33 miglia dietro a Vestas, il che lascia supporre che Scallywag possa conservare il suo vantaggio che, alle 16 CET era sulle 68 milia su Vestas.

Leg 4, Melbourne to Hong Kong, day 16 David Witt looks on and wonders if the dream might become a reality on board Sun Hung Kai/Scallywag. Photo by Konrad Frost/Volvo Ocean Race. 16 January, 2018.

Scallywag, che in mattinata aveva strambato per scendere verso le Filippine in una zona di maggior pressione, dovrebbe quindi poter coglire una storica vittoria nel porto di casa, Hong Kong, dove il vincitore è atteso nel tardo pomeriggio di venerdì (CET). Alle 20:37 CET, Vestas era a 824 miglia dall’arrivo.

Mapfre è quinto, a 122 miglia da Vestas, il che farà riaprire i giochi, con la classifica generale che si accorcerà dopo quattro tappe.

Secondo David Witt, saranno queste 24 ore a dire se il suo team riuscirà a mantenere la leadership fin sull’arrivo, in patria. “Per me la maggiore preoccupazione è il tratto da qui alle Filippine.” Ha dichiarato l’esperto velista australiano.”Dopo che avremo passato le Filippine, la strada per Hong Kong è abbastanza sgombra e non credo che ci potranno riprendere, a quel punto. Il pericolo più grande è fra la nostra posizione e quel punto, quindi le prossime 24 ore sono cruciali. Se riusciremo a passare indenni, senza perdere, i prossimi tre report avremo abbastanza vantaggio, la cosa peggiore sarebbe fermarsi completamente, e dunque faremmo in modo che non succeda.”

“Non credo che tutti comprendano la portata di quello che succederà, se porteremo a casa la vittoria.” Ha aggiunto Witt. “E’ la prima volta da molti punti di vista: il primo team con bandiera di Hong Kong, la prima volta che si arriva aHong Kong… speriamo di avere abbastanza tempo e abbastanza birre per renderci conto di cosa abbiamo fatto. Ma prima dobbiamo finire primi.”

Leg 4, Melbourne to Hong Kong, Day 16 onboard Turn the Tide on Plastic. Photo by Brian Carlin/Volvo Ocean Race. 17 January, 2018.

Team Brunel è sesto e Turn the Tide on Plastic settimo. Lo skipper di Brunel Bouwe Bekking, il velista più esperto di tutta la flotta della Volvo Ocean Race, ha ammesso che il suo team ha avuto dei problemi di velocità. “Tutti stanno dando il 100%, non ci sono dubbi, ma al momento sembra non essere sufficiente.” Ha detto l’olandese. “Abbiamo fatto due errori, uno all’inizio della tappa e uno nei Doldrum. quando si cammina meno e abbiamo angoli al vento più stretti non ci sono problemi, ma quando è come ora, con vento più forte e andature larghe, non riusciamo a tenere il passo che il resto della flotta. E’ faticoso ma la sola cosa che possiamo fare è restare positivi e portare la barca il meglio possibile.”

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here