SHARE
Leg 6 to Auckland, day 19 on board AkzoNobel, Team Akzonobel at sunrise,25 February, 2018.

Auckland, Nuova Zelanda- Sono Akznobel, Turn the Tide and Plastic e Scallywag a uscire al meglio dall’apprccio alla Nuova Zelanda, distante domenica sera ancora 415 miglia. Alle 19 UTC Akznobel è in testa con 44 miglia si TTTOP mentre Scallywag ha scelto la modalità nascosta Stealth.

Leg 6 to Auckland, day 19 on board AkzoNobel, Team Akzonobel at sunrise,25 February, 2018.

Mapfre continua a marcare Dongfeng, rispettivamente a 129 e 132 miglia, mentre Brunel continua nella sua VOR senza acuti e si trova a 152 miglia dopo aver sbagliato la traversata dell’alta pressione a sud ovest dela Nuova Caledonia.

L’arrivo ad Auckland è previsto per martedì, con Akzonobel che sembra in grado di poter controllare gli inseguitori fino a Cape Reinga e nella discesa finale lungo la costa dell’Isola del Nord kiwi.

“Sembra che non soffriremo come avevamo previsto per arrivare ad Auckland.” Ha spiegato la skipper di Turn the Tide on Plastic, Dee Caffari. “Il vento leggero che ci aspettavamo di dover affrontare, che avrebbe potuto far raggruppare l’intera flotta, pare non ci sarà. Sembra che avremo aria per tutta la strada. Incrociamo le dita che sia proprio così.”

Ma, se le previsioni sono positive per i battistrada, lo stesso non si può dire per il trio che insegue, il leader della classifica provvisoria MAPFRE si trova a oltre 102 miglia dal leader, 5 e 6 miglia davanti a Brunel e Dongfeng Race Team.

“Fanno tre o quattro nodi più di noi. Non penso si possa fare molto per recuperare.” Ha detto lo skipper transalpino di Dongfeng Charles Caudrelier, che invece punta a portarsi davanti a Brunel e MAPFRE. Ma, quando mancano poco più di 500 miglia al traguardo, resta sempre meno tempo per tentare una mossa a sorpresa.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here