SHARE

Palermo– Un accessorio utile a chiunque va in barca e che risolve il problema di scendere a terra a nuoto o fare il bagno portandosi dietro occhiali, portafoglio, chiavi o altri accessori. La Seabag si distingue tecnicamente dagli apparenti prodotti analoghi che utilizzano i sistemi di chiusura a magneti o ripiegamento (zaini, singole custodie per cellulari) soprattutto per aver applicato, attraverso l’uso dell’alta frequenza, una specifica cerniera stagna (Tizip) Masterseal appositamente prodotta nel centro di produzione della TITEX in Germania.

La Seabag, durante il suo ciclo di produzione è sottoposta a diversi test intensivi al fine di garantire la tenuta stagna e quindi salvaguardare in ogni circostanza dall’acqua i propri effetti personali di valore.

La Seabag, quindi, resiste alla pressione dell’acqua fino a 6 mt di profondità grazie anche allo specifico tessuto di nylon ordito, con una quantità di Pvc interno in grado da poter garantire la sua permanenza sott’acqua fino a 72 ore consecutive. Un risultato che la classificano IP69.
La tenuta stagna, cosa diversa dalla semplice impermeabilità, è determinata infine da un processo di polimerizzazione attraverso la tecnica dell’alta frequenza.

La Seabag unisce alle sue performance un design nuovo rivolgendosi ad una fascia di utilizzatori desiderosi di possedere una borsa con cui potersi recare in spiaggia, andare per mare in barca, fare immersioni, avendo sempre con se i propri oggetti di valore. Da quest’anno è entrato a far parte della compagine societaria anche Francesco Bruni, velista di livello internazionale con al suo attivo sette titoli mondiali, 5 Europei e 15 Italiani in varie classi.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here