SHARE

Roma– Sono Ruggero Tita e Caterina Marianna Banti i vincitori del Velista dell’Anno FIV 2017. La loro vittoria al campionato Europeo Nacra 17 e l’argento al Mondiale del cat olimpico misto nella nuova versione foiling ha valso loro il massimo riconoscimento della vela italiana, asegnato lunedì sera al termine di una serata di gala a Villa Miani (Roma). Con loro sul palco gli altri nominati: il giovane campione del mondo Optimist Marco Gradoni, Vittorio Malingri, Andrea Mura e Porro-Leoni.

Tita-Banti

Le interviste a Tita-Banti, Francesco Ettorre e Patrizio Bertelli:

Il momento della proclamazione con Cristiana Monina che annuncia i vincitori:

Un’edizione da record quella del Velista dell’Anno FIV appena conclusa che, nella sua XXIV edizione e alla presenza di oltre 250 ospiti, ha assegnato gli Oscar della Vela Italiana a Barca, Armatore-Timoniere, Club e Velista dell’Anno. La manifestazione organizzata da Acciari Consulting ha la Federazione Italiana Vela in veste di partner istituzionale, Mercedes Benz come partner tecnico e gode del patrocinio e del supporto di Ucina Confindustria Nautica, e del Salone Nautico di Genova.

Francesco Ettorre, presidente della Federazione Italiana Vela, ha consegnato ai vincitori un’opera dello scultore velista Guido Armeni, raffigurante due vele realizzate in acciaio lucido e porcellanato.

Tita-Banti, Edoardo Recchi dello YCCS, Claudia Rossi e il rappresentante del Circolo Vela Bari

Claudia Rossi ha vinto il premio Armatore – Timoniere dell’Anno che le è stato consegnato da Max Sirena, team director e skipper di Luna Rossa Challenge.

Il TP 52 Azzurra ha vinto nella categoria Barca dell’Anno. Il premio, consegnato da Marina Stella, direttore Generale di Ucina Confindustria Nautica, è stato ritirato da Edoardo Recchi, direttore sportivo dello Yacht Club Costa Smeralda.

Nella categoria Club dell’Anno, premio istituito in collaborazione con la Lega Italiana Vela, il successo è andato al Circolo della Vela Bari. Il premio è stato consegnato da Francesco Ettorre presidente FIV e da Roberto Emanuele de Felice vice presidente LIV al presidente del sodalizio velico Vincenzo Sassanelli.

La Giuria del Velista dell’Anno FIV ha assegnato Il Premio Speciale a Patrizio Bertelli, presidente di Luna Rossa Challenge con la seguente motivazione: “Con il progetto Luna Rossa, da lui pensato, voluto, e realizzato con successo, Patrizio Bertelli è da oltre 20 anni al vertice della Vela mondiale, dimostrando la costanza, la passione e la determinazione che caratterizzano i grandi uomini di mare. Il premio speciale assegnatogli dalla Giuria del Velista dell’Anno FIV è il riconoscimento alla sua bravura, al suo ruolo da protagonista, ai risultati raggiunti.                                                                                        

La Federazione Italiana Vela, infine, ha premiato gli atleti che hanno conseguito podi internazionali nel 2017. Oltre 40 velisti sono saliti sul palco accompagnati da Alessandra Sensini direttore tecnico vela giovanile e vice presidente CONI e da Michele Marchesini, direttore tecnico FIV, per essere celebrati tutti insieme con una formula d’effetto molto coinvolgente, tra gli applausi del pubblico presente in sala.

Al termine della serata Francesco Ettorre, presidente della Federazione Italiana Vela, ha dichiarato: Vedere tutti gli atleti FIV che hanno vinto almeno una medaglia nel 2017 sul palco del Velista dell’Anno è stata una grande emozione e una bella dimostrazione del lavoro che svolgono ogni giorno. Adesso è una nostra grande responsabilità aiutarli, sostenerli e riuscire ad incanalare questa loro energia e che la loro voglia di emergere non trovi troppi ostacoli. Ho conosciuto tanti di loro e sono dei ragazzi con la testa, che rappresentano una grande promessa per il futuro.                                                                                   

Sono molto contento per Ruggero e Caterina, hanno affrontato una stagione importante in un anno di transizione perché il Nacra è passato ai foil, è una classe complicata. Ruggero arriva dal 49er e hanno conquistato davvero tantissimo in un solo anno. Questo è un riconoscimento importante per tutti quelli che fanno classi olimpiche, è tanto complicato soprattutto nelle classi acrobatiche.

Visibilmente soddisfatto anche Alberto Acciari che, al termine di una vera e propria maratona che lo ha visto impegnato per oltre sei ore, ha sottolineato” Poter svolgere una manifestazione come questa, onorata da così tanti personaggi, campioni affermati e campioni giovani, appassionati, media, è il segno più tangibile del successo e dell’attrazione che svolge la Vela Italiana. Un patrimonio che, sono sicuro, porterà ancora tanti successi all’Italia sia nel campo organizzativo che agonistico. Per questo non posso che ringraziare la Federazione”.                                                                                        

La Giuria del Velista dell’Anno che, dopo aver preso atto delle preferenze espresse dal pubblico sul sito velistadellanno.it (oltre 18.500 i voti), ha proclamato i vincitori era composta da: Francesco Ettorre, presidente della Federazione Italiana Vela e presidente della giuria, Carlo Mornati segretario generale del CONI, Fabio Planamente, presidente dell’assemblea Vela di Ucina Confindustria Nautica e da Alberto Acciari ideatore e segretario del Premio.

Fare Vela è uno dei Media Partner dell’evento.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here