SHARE

Cadice, Spagna- Condizioni epiche per la quarta giornata dell’Europeo Finn. Un vento tra i 15 e 20 nodi con onde sui tre metri e sole hanno reso durissime le due prove disputate, entrambe vinte dall’inglese Ben Cornish, con l’italiano Alessio Spadoni protagonista nella seconda prova di giornata con un bel terzo posto. La prova (l’ottava del Campionato) è stata però poi annullata per un errore del Comitato di Regata nel posizionamento della prima boa di bolina, fuori posizione di almeno mezzo miglio. Una serie di proteste con richieste di riparazione è stata accolta dalla Giuria, che ha annullato la prova.

Ben Cornish. Foto Deaves

In testa al Campionato, dopo sette prove, resta l’olandse Nicholas Heiner, dodicesimo oggi in race 7, davanti all’inglese Wright e allo svedese Salminen.

Alessio Spadoni è 26esimo dopo il 52 (scartato) in race 7. Domani sono previste quindi tre prove. L’ottava partirà con bandiera nera. Sabato in programma la Medal Race Finale.

Da segnalare il post del tre volte medaglia olimpica Vasilij Zbogar, che ha così commentato l’eventuale esclusione del Finn dal programma olimpico:

“Vote FINN out of the olympics!!!!

Yes, vote Finn out of the olympics. Why on earth does someone want to sail Finn and every day wake up early in the morning to do 2-3 hours biking or rowing, then 2-4 hours sailing followed by a few hours of gym in the evening.
Burning 7.000-12.000 calories per day, barly walking after three races each day, with heart rate averaging over 80% of maximum! Why does someone want to do that? Is it not more fun just go to the beach, take a parachute and go jump around or go sailing with a helmet on doing strange manouvers and funny falls?
Well if this is the way sports go then we should all just get e-regata and sail online!!!”.
Vassilli Zbogar
Triple Olimpic Medal

Ovvero:

“Votate per il Finn fuori dall’Olimpiade

Si, votate per il Finn fuori dalle Olimpiadi. Perché mai qualcuno sulla faccia della Terra dovrebbe voler navigare in Finn e ogni giorno svegliarsi presto e fare due ore di bici o remo, poi 2-4 ore di allenamento in mare seguite da qualche ora di palestra alla sera?

Bruciando 7-12.000 calorie al giorno, camminando a fatica dopo tre regate in un giorno con il cuore che di media arriva all’ottanta per cento del suo masasimo. Perché mai qualcuno vorrebbe farlo? E’ più divertente andarsene in spiaggia, prendere un paracadute e saltellare qua e là oppure andare a navigare con un elmetto facendo strane manovre e buffe cadute?

Beh, se questa è la direzione che sta prendendo il nostro sport, allora dovremmo tutti iscriverci alle e-regatta e navigare on line!!”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here