SHARE

Milano– Arriva con due giorni d’anticipo la notizia più attesa di quest’inizio di primavera velica. Il Royal New Zealand Yacht Squadron e il Circolo della Vela Sicilia, insieme ai loro rispettivi team, il defender Emirates Team New Zealand e il Challenger of Record Luna Rossa, hanno diffuso oggi la versione definitiva della nuova regola di classe AC75 con cui si disputerà la 36th America’s Cup.

“Siamo lieti di pubblicare la Regola di Classe nei tempi previsti dal Protocollo”, ha detto Dan Barnasconi, Design Coordinator di ETNZ, “E’ stata una dettagliata collaborazione con il challenger of record in tutti gli aspetti della Regola, comprese le parti one design e i componenti forniti. Crediamo di aver fatto un ottimo lavoro contenendo i costi su determinati aspetti, ma lasciando al tempo stesso la Regola aperta allo sviluppo in modo che l’AC continuia essere la forza motrice dell’innovazione e della tecnologia nella vela”.

Il PDF con la Regola AC75

AC75_Class_Rule

Gli AC75 saranno portati da undici velisti, che avranno l’obbligo d’indossare elmetto, coltello, giubbetti di galleggiamento e riserva d’aria.

Le limitazioni sul numero di componenti che possono essere costruite includono scafi, alberi, timoni, foil e vele.

I bracci dei foil e il sistema di loro movimentazione saranno forniti in modo da risparmiare sui costi e i tempi di costruzione. Sarà fornito anche il rig, così come il tubo dell’albero sarà one design.

 

La soft wing, ovvero l’ala soffice che farà da randa, è stata parte di un notevole sviluppo e influenzerà radicalmente il futuro della vela.

“La Regola AC75 stabilisce i parametri che i team svilupperanno per costruire e navigare i più veloci monoscafi mai visti.La Regola è il risultato di una profonda collaborazione e di una vera partnership tra ETNZ e Luna Rossa”, ha detto Martin Fisher, Design Coordinator di Luna Rossa.

Ricordiamo che i primi AC75 potranno essere varati a partire dal 31 marzo 2019. Ci aspetta, quindi, un anno di notevole sviluppo e creatività. Conclusa la fase teorica di scrittura della regola, i deisgn team dovranno ora cercare di trovare quei vantaggi, o “buchi” nel regolamento come li ha definiti lo stesso Patrizio Bertelli pochi gioni fa, che potranno contribuire a disegnare e costruire i monoscafi foil più veloci possibili.

E’ tempo di forti innovazioni e i prossimi mesi saranno eccitanti dal punto di vista progettuale per i migliori progettisti al mondo.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here