SHARE

Capri– Saranno i Maxi Yacht e i Mylius a disputare le prime regate, mercoledì 16, nelle acque dell’isola di Tiberio della Rolex Capri Sailing Week, mentre il resto della flotta scenderà in acqua giovedì 17. Dopo il meritato riposo degli equipaggi, giunti sull’isola dopo la prova lunga della 64ma Regata dei Tre Golfi partita da Napoli venerdì notte, vinta dagli inglesi di Caol Ila R, riprende la sfida dei team della RCSW.

SuperNikka, Foto Taccola

Martedì il Sindaco di Capri, Gianni De Martino, con il tradizionale benvenuto Istituzionale con la cerimonia in Comune, ha salutato i vertici della Rolex, armatori e partecipanti alla gara. Mentre il welcome cocktail, organizzato dallo Yacht Club Capri sul Rooftop dell’Hotel Luna, riservato agli armatori, al comitato di regata, ai dirigenti Rolex ed ai soci dei circoli organizzatori, ha visto il presidente del YC Capri Marino Lembo, fare gli onori di casa

Mercoledì 16 scenderanno in acqua, per le prove che si svolgono nel Golfo di Napoli e nelle acque dell’isola di Capri, i Maxi e la flotta Mylius, rispettivamente per la Maxi Yacht Capri Trophy e Mylius Cup. Le barche, dai 18 metri a salire, disputeranno 6 prove, di cui 4 su percorsi sulle boe e 2 su percorsi costieri, con un massimo di tre prove sulle boe e non più di una costiera al giorno.

Tra i maxi anche il SuperNikka di Roberto Lacorte, che farà il suo esordio stagionale. Dopo Capri, SuperNikka parteciperà quindi alla “sua” regata, la splendida 151 Miglia-Trofeo Cetilar (31 maggio, con partenza al largo tra Livorno e Marina di Pisa) e alla Maxi Yacht Rolex Cup (Porto Cervo, 2-8 settembre), per difendere il titolo conquistato l’anno scorso nella classe Mini Maxi RC1.

Al termine della prima giornata di regate è previsto un welcome in banchina nel Porto Turistico, promosso dallo Yacht Club Capri, con i soci del sodalizio e gli organizzatori, per un brindisi in onore degli equipaggi,

Giovedì 17 toccherà anche alle imbarcazioni che partecipano al Campionato Nazionale del Tirreno. La lotta sarà serrata in tre giorni, con un massimo di 5 prove sulle boe, per conquistare il titolo, ma anche l’ultimo pass di qualificazione per il campionato nazionale d’Altura previsto a fine giugno a Ischia.

A difendere il titolo di CNT vinto nel 2017, presenti anche a questa edizione, sia i vincitori del raggruppamento ORC-A, delle barche più grandi, Ange Trasparent II (Y.C.Monaco) di Valter Pizzoli, con a bordo il tailer napoletano Lars Borgstrom, sia i siciliani di Sagola Biotrading (Y.C. Favignana) di Peppe Fornich, vincitore nel gruppo ORC-B, delle barche piccole. Tra gli equipaggi in regata anche il team alfiere del sodalizio caprese, “Vahinè7 – Yacht Club Capri/Marina di Capri” dell’armatore Francesco Raponi, che difenderà la vittoria in classe IRC dello scorso anno. Il team, tutto tesserato con lo YC Capri, avrà al timone Francesco Cruciani ed alla tattica il campione del mondo Massimo Aliberti.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here