SHARE
Il modello del Club Swan 36. A sinistra il progettista Juan Kouyoumdjian. Sullo sfondo un interessato Jesper Bank, il due volte oro olimpico danese, scruta il progetto

Saint Tropez, Francia- Nautor’s Swan irrompe nella vela sportiva hi tech. Lo fa con il ClubSwan 36, che Leonardo Ferragamo e il progettista Juan Kouyoumndjian hanno presentato questa sera a Saint Tropez davanti a moltissimi velisti ed addetti ai lavori qui per la Rolex Giraglia.

Il modello del ClubSwan 36. A sinistra il progettista Juan Kouyoumdjian. Sullo sfondo un interessato Jesper Bank, il due volte oro olimpico danese, scruta il progetto

 

Un 36 piedi come fu il primo Swan, il celebre Tarantella, come ha ricordato con orgoglio Leonardo Ferragamo, ma che vola nel fututo dell’innovazione grazie a forme aggressive, a un dislocamento iperleggero (appena 2500 kg per un 36 piedi) e soprattutto alla tecnologia foil assisted, con un innovativo foil a circuito chiuso.

Leonartdo Ferragamo presenta il 36

La barca è un racer puro, con interni minimali, destinato a un armatore con equipaggio esperto. Siamo a livello di concept ma JuanKa è entusiasta nella presentazione. La tecnologia foil assisted garantirà un lift e il dislocamento leggero e il rig, altamente regolabile con un albero a una crocetta e volanti dinamiche faranno il resto garantendo prestazioni eccezionali per un 36 piedi. La formula sarà one design, come nel fortunato Club Swan 50, di cui diversi esemplari si fanno vedere nelle banchine del Port Vieux di Saint Tropez.

Scheda tecnica

LFT 11,00 m

LOA 10,50 m

Larg. 3,60 m

Pescaggio 2,75

Dislocamento scafo 2500 Kg

Dislocamento in navigazione 2950 kg

Zavorra 1400 Kg

Gennaker 104 mq

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here