SHARE

Ischia– A Forio d’Ischia si è concluso il Campionato italiano di vela d’altura 2018 – Trofeo DHL. Un grande evento che ha portato sull’isola verde circa sessanta imbarcazioni e centinaia di velisti, che per quattro giorni si sono sfidati in mare. Dopo cinque prove – da mercoledì a venerdì – con vento debole e instabile, oggi Ischia si è svegliata con un Grecale che superava i venti nodi. Il Comitato di Regata presieduto da Mario Lupinelli ha spostato il campo al largo di Lacco Ameno, e in mare è stato autentico spettacolo. Portate a termine due prove, che hanno decretato i Campioni Italiani 2018.

Ischia (Na): Campionato Italiano Assoluto Vela d’Altura 2018
ph: Roberto Della Noce

Nel Gruppo A, Campione d’Italia Regata (Classi 0, 1, 2) è Altair 3, Scuderia 50 dell’armatore Sandro Paniccia del C.V. Portocivitanova. Nella Classe 0 C, successo di Duende – Aeronautica Militare, Vismara 46 di Raffaele Giannetti (C.N. Riva di Traiano); nella Classe 1 C, vince il titolo Digital Bravo, Swan 42 di Alberto Franchi (C.N. M. di Carrara). Nella Classe 2 C, Morgan IV 3M, GS 39 di Nicola De Gemmis (C.C. Barion).

Nel Gruppo B, Classe 3 C, titolo italiano per Extrema, X35 di Andrea Bazzini del Circolo Velico Ravennate; nella Classe 4-5 C, si laurea Campione d’Italia Mart D’Este, Este 31 Custom di Edoardo Lepre (C.V. Fiumicino).

La manifestazione ha assegnato anche il Trofeo DHL ai primi classificati in Overall: i premi sono andati ad Altair 3 e Sugar, l’Italia 9.98 F dell’armatore estone Ott Kikkas.
I sei armatori hanno alzato al cielo il Trofeo Challenger De Zerbi, che per un anno resterà esposto nei saloni del Circolo organizzatore, il RYCC Savoia.

Foto Orsini

Il Campionato italiano assoluto di vela d’altura 2018 è stato organizzato da Reale Yacht Club Canottieri Savoia e Circolo Nautico Punta Imperatore su indicazione di Federazione Italiana Vela e UVAI (Unione Vela Altura Italiana) e con i patrocini di Regione Campania, Comune di Forio d’Ischia e Coni – Comitato Regionale Campania. Gli sponsor della manifestazione sono stati DHL, ICS – Istituto di Credito Sportivo, Ferrarelle, Pasta Garofalo, B&G, Mini Caseificio Costanzo, Dermolab.

Sandro Paniccia, armatore di Altair 3, ha dichiarato: “E’ stato un bel campionato, molto duro e molto competitivo. Rispetto alla vittoria dell’anno scorso, c’erano molte più barche grandi. Le sette regate tiratissime, con il risultato incerto fino all’ultima prova. Il campo di regata era perfetto e il comitato ha gestito tutto al meglio. Devo ringraziare il mio braccio destro Ricci che ha preparato benissimo la barca. Avere Luis Doreste (olimpionico spagnolo, Ndr) in pozzetto ha fatto la differenza, ma tutto l’equipaggio ha lavorato benissimo ed è stato determinante.”

Per il presidente della V Zona FIV, Francesco Lo Schiavo: “Con questo campionato si completa un progetto in cui la vela ha dato un forte segnale al territorio, concentrando capacità organizzative in un campo di regata dove spazi, attrezzature ed accoglienza hanno fatto la differenza. La Federazione oggi può contare anche su Ischia e Forio come campi di regata pronti ad ospitare altri eventi del calendario velico nazionale”.

I CAMPIONI D’ITALIA ORC 2018

GRUPPO A

Regata (classi 0,1,2)
ALTAIR, Scuderia 50 di Sandro Paniccia – C.V. Portocivitanova

Classe 0 C
DUENDE – AERONAUTICA MILITARE, Vismara 46 di Raffaele Giannetti – C.N. Riva di Traiano

Classe 1 C
DIGITAL BRAVO, Swan 42 di Alberto Franchi – C.N. M. di Carrara

Classe 2 C
MORGAN IV 3M, GS 39 di Nicola De Gemmis – C.C. Barion

GRUPPO B

Classe 3 C
EXTREMA, X35 di Andrea Bazzini – Circolo Velico Ravennate

Classe 4-5 C
MART D’ESTE, Este 31 Custom di Edoardo Lepre – C.V. Fiumicino

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here