SHARE

Tarragona, Spagna- Si è conclusa oggi a Salou la VXIII edizione dei Giochi del Mediterraneo, la mini olimpiade dei Paesi del Mare Nostrum. L’Italia torna a casa con quattro medaglie conquistate sugli otto atleti presenti.

Mattia Camboni (GS Fiamme Azzurre) vince la medaglia d’oro e Matteo Evangelisiti (LNI Civitavecchia) quella di bronzo nell’RS:X maschile, Silvia Zennaro (SV Guardia di Finanza) conquista l’argento nei Laser Radial e Flavia Tartaglini (SV Guardia di Finanza) il bronzo nell’RS:X femminile.

Camboni, Zennaro, Tartaglini ed Evangelisti con il DT Michele Marchesini a Salou

Le regate si sono svolte a Salou, la sede velica della manifestazione che coinvolge tutti i Paesi dell’area del Mediterraneo e che è una sorta di piccola Olimpiade, con diversi sport praticati nella sede – quest’anno Tarragona – e nelle aree limitrofe. Ben 3622 atleti hanno partecipato quest’anno da 26 Nazioni, e tra questi anche i nostri otto velisti azzurri, che hanno disputato una settimana di regate positiva per tutti, e che per quattro di loro si è conclusa con la medaglia. Del resto i Giochi del Mediterraneo sono da sempre una terra di conquista per lo sport italiano e anche la vela segue questa tradizione: nel ’97 a Bari conquistò due ori, due argenti ed un bronzo; a Tunisi nel 2001 ben quattro ori; 3 medaglie d’argento ad Almeria nel 2005; due ori a Pescara nel 2009 e ‘solo’ due bronzi a Mersin nel 2013.

Mattia Camboni:
“Speravo in una medaglia ma non pensavo all’oro, è un sogno che diventa realtà!
A metà settimana ho visto che ero lì e dopo il giorno di riposo ho fatto due primi e mi sono convinto che potevo farcela. Oggi sono partito sul francese e l’ho marcato per tutta la regata chiudendo davanti a lui in seconda posizione e sono riuscito a portare a casa quest’oro bellissimo.”

Una terza medaglia che arriva dall’RS:X, ma femminile, è quella di Flavia Tartaglini che conquista il bronzo a pari punti con la seconda classificata, la spagnola Marina Alabau Neira, in una flotta dove sono state tutte vicine per tutta la settimana. L’oro va ad un’altra spagnola, Blanca Maria Manchon Dominguez, e la nostra Veronica Fanciulli (CS Aeronautica Militare) è quinta a cinque punti dal podio.

Bellissimo argento per Silvia Zennaro (SV Guardia di Finanza) nella competitiva classe del Laser Radial, la velista di Chioggia registra una serie molto costante in cui scarta un nono posto, lo stesso scarto dell’altra laserista azzurra, Joyce Floridia (SV Guardia di Finanza), che chiude l’avventura ai Giochi del Mediterraneo in quarta posizione a dieci punti dalla medaglia di bronzo, conquistata dalla spagnola Martina Reino Cacho. L’oro va alla greca Athanasia Fakidi.

Nei Laser Standard l’unico in aria di medaglia era Giovanni Coccoluto (SV Guardia di Finanza) che però proprio oggi scivola su un 19esimo posto e manca il podio per soli cinque punti. L’ultima prova è stata vinta dall’altro laserista azzurro in gara, Marco Gallo (SV Guardia di Finanza) – dopo la vittoria nella seconda prova di ieri – che chiude la settimana in sesta posizione. Qui vince la medaglia d’oro Joaquin Blanco Albalat (ESP), l’argento va al Campione del Mondo in carica Pavlos Kontides (CYP) e il bronzo ad un altro spagnolo Joel Rodriguez Perez.

Michele Marchesini, direttore tecnico FIV:
“E’ stata un settimana difficile caratterizzata da venti leggeri e oscillanti ma volevamo portare a casa delle medaglie e concludiamo con un oro, un argento e due bronzi, la miglior partecipazioni come numero di medaglie da Tunisi nel 2001. Oggi grandissima prova di carattere dai ragazzi delle tavole a vela, soprattutto Matteo Evangelisti e grandi complimenti a Silvia Zennaro e Flavia Tartaglini che hanno tenuto duro in una settimana complicata. Felicissimo per Mattia Camboni e peccato per i due quarti posti di Joyce Floridia e Giovanni Coccoluto che però danno un idea di profondità alla partecipazione della squadra azzurra a Tarragona 2018.
Ringrazio tutta la squadra per la professionalità dimostrata anche in questa trasferta, sia da parte dello staff FIV che da tutta la delegazione italiana presente a Tarragona.”

L’appuntamento con i Giochi del Mediterraneo è per il 2021 ad Orano in Algeria, mentre per i nostri atleti comincia l’avvicinamento al Campionato Mondiale a classi unificate di Aarhus ad agosto, dove sono in palio le prime qualificazioni per i Giochi Olimpici di Tokyo 2020.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here