SHARE

L’Aja, Olanda- Con la regata inshore finale si è ufficialmente conclusa la Volvo Ocean Race. Dopo la vittoria clamorosa di Dongfeng la Brunel In-Port race dell’Aja è stata vinta proprio da Brunel, il team di casa salutato da migliaia di tifosi.

Turn the Tide on Plastic, grazie al miglior piazzamento nella classifica finale delle Inport, supera nella classifica finale Scallywag e conclude al sesto posto.

The Hague stopover. Brunel In-Port Race. 30 June, 2018.

“E’ un momento incredibile, abbiamo finito la Volvo Ocean Race e l’abbiamo finita nel migliore dei modi. L’unica cosa che potevamo fare oggi era battere Scallywag e mettere due barche fra noi e loro e l’abbiamo fatto. Era il nostro obiettivo, è incredibile, incredibile…” Sono state le parole di una raggiante Francesca Clapcich all’arrivo in banchina all’Aja del team accolto dagli applausi del pubblico e degli avversari. “Devo ringraziare Dee, devo ringraziare il team che mi ha dato l’opportunità di far quest’esperienza eccezionale. Sono contenta che sia finita così, abbiamo navigato bene e mi sento orgogliosa del team di cui faccio parte. Spero di aver trovato degli amici per sempre. I nervi non sono stati sempre saldissimi, ogni tanto abbiamo perso la pazienza ma siamo riusciti a resettare anche quando abbiamo fatto degli errori, siamo riusciti a rimetterci in gioco e continuare a lottare. Non mollare mai, fino alla fine ci ha ripagato di tutti gli sforzi di questo ultimo anno. La prossima volta bisogna vedere una barca con un bel tricolore italiano!” Ha concluso la triestina.

Team Brunel con lo skipper olandese Bouwe Bekking e il friulano Alberto Bolzan, hanno praticamente dominato l’intera prova.

“Sicuramente una grande soddisfazione per noi, specialmente perché siamo riusciti ad ottenere una vittoria mancata pochi giorni fa, abbiamo vinto in casa e possiamo salire al terzo posto della classifica In-Port. Un ottimo risultato per il team. La ciliegina sulla torta alla fine di un percorso lungo nove mesi. Il calore del pubblico, davvero infinito, ci ha fatto veramente piacere.” Ha detto Alberto Bolzan. “Il campo di regata non era affatto semplice, con molta corrente, metà lato a favore e metà lato contraria, per cui un campo non facile da interpretare ma abbiamo fatto un’ottima partenza e abbiamo manovrato bene e siamo sempre stati veloci. E’ andato tutto liscio. E adesso un po’ di relax, oggi si festeggia e domani finalmente si torna a casa.” Ha concluso Bolzan.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here