SHARE
Alessio Spadoni in Finn

Segui qui le regate in streaming di domenica 5 agosto, con l’esordio dei Nacra 17 e delle tavole RS:X

Aarhus, Danimarca- Altra giornata difficile per gli atleti italiani ai Mondiali classi olimpiche di Aarhus, dove si assegnano ben il 40 per cento dei posti per nazione per Tokyo 2020. Nessun equipaggio italiano riesce al momento a piazzarsi nei primi dieci delle classifiche nei Finn, 470 maschile e femminile, Laser, Laser Radial, 49er e 49er FX. Domani i primi tre saranno in riposo e partiranno invece le prove di RS:X maschile e femminile, Nacra 17 e gli IKA – Formula Kite. Nei Nacra 17 foiling l’Italia schiera i pezzi da novanta Tita-Banti, dominatori della stagione, e altri equipaggi (Bressani-Zorzi, Bissaro-Frascari) di assoluto valore. Nelle tavole attesa per Flavia Tartaglini e Mattia Camboni.

Alessio Spadoni in Finn

I velisti oggi hanno dovuto affrontare vento da terra un po’ oscillante e condizionato dal frequente passaggio di nuvole che hanno reso interessanti i campi di regata. Ricordiamo che si regata ancora a batterie, per cui i risultati parziali devono essere moltipolicati per due (o per tre nel caso dei Laser  Standard, per avere la proiezione sull’intera flotta.

Nei Laser Giovanni Coccoluto (SV Guardia di Finanza), dopo il primo posto di ieri, è scivolato su un 42esimo, che scarta, cui segue un nono che lo fa indietreggiare in 26esima posizione; Marco Gallo (SV Guardia di Finanza) è 48esimo con i parziali 15 e 20; Gianmarco Planchesteiner (SV Guardia di Finanza) è 52esimo (25, 15). Qui resta saldamente in testa alla classifica il neozelandese Sam Meech che dopo due primi posti di ieri oggi ne fa un altro cui segue un secondo che scarta.

Nei Laser Radial Silvia Zennaro (SV Guardia di Finanza), dopo la brutta giornata di ieri riparte oggi con un secondo ed un dodicesimo posto e si trova in 27esima posizione; Carolina Albano (CV Muggia) scivola più giù rispetto a ieri per colpa di un 40esimo che scarta cui segue un 16esimo, è 37esima; Valentina Balbi (YC Italiano) e Joyce Floridia (SV Guardia di Finanza) sono rispettivamente 53esima e 54esima ad un punto di distanza. Oggi è passata in testa alla classifica l’americana Paige Railey, seguita dalla locale Anne-Marie Rindom.

Due prove anche nei Finn in cui Alessio Spadoni (CC Aniene) registra un 21esimo – che scarta – ed un 11esimo posto, è 35esimo conquistando la flotta Gold a partire dalle regate di lunedì, davanti al campione olimpico in Laser Tom Slingsby (AUS). Il britannico Edward Wright è il leader provvisorio con due secondi posti odierni.

Nei 470 maschili Giacomo Ferrari e Giulio Calabrò (Marina Militare) e Matteo Capurro e Matteo Puppo (YC Italiano) sono nella stessa batteria e registrano un terzo posto a testa, i primi nella prima prova e i secondi nella seconda, il team della Marina Militare registra poi un 18esimo posto che scarta e quello dello Yacht Club Italiano ha come altro parziale un 13esimo: sono rispettivamente 12esimi e 16esimi; Marco e Luca D’Arcangelo (LNI Bari) sono 57esimi (24, 29). Gli svedesi Anton Dahlberg e Fredrik Bergström si staccano dai giapponesi e sono in testa soli.

Benedetta Di Salle e Alessandra Dubbini (YC Italiano) sono costanti e con i parziali di 11 e 22 non vanno troppo lontane da ieri e sono 13esime nella classifica dei 470 femminili; Elena Berta e Bianca Caruso (Aeronautica Militare – YC Italiano) invece ne perdono di più, sono 23esime con 37 e 25; mentre migliorano Ilaria Paternoster e Sveva Carraro (YC Italiano – Aeronautica Militare) con un nono ed un 21esimo posto, sono 27esime. Le giapponesi Ai Kondo Yoshida e Miho Yoshioka sono sempre in testa.

Nei 49er Uberto Crivelli Visconti e Gianmarco Togni (Marina Militare), sono 19esimi con i parziali di 8, 4 e 7; Jacopo Plazzi Marzotto e Andrea Tesei (CC Aniene) sono 41esimi a causa di un 25esimo che scartano e due 11esimi posti; Simone Ferrarese e Valerio Galati (CV Bari – LNI Trani) sono 71esimi (22, 24, 12). I neozelandesi Logan Dunnign Beck e Oscar Gunn sono in testa alla classifica a pari punti con due francesi ed un equipaggio portoghese.

Nei 49er FX le nostre Francesca Bergamo e Alice Sinno (YC Adriaco – Marina Militare) e Maria Ottavia Raggio e Jana Germani (CV La Spezia – Sirena CN) sono rispettivamente 25esime e 27esime, le prime registrano 14, 14, 6 e le seconde 8, 12 e 26; Carlotta Omari e Matilda Distefano (Sirena CN – Soc. Triestina della Vela) sono 44esime (23, 23, 10). Le danesi Jena Hansen e Katja Salkov-Iversen sono le leader della classifica dopo la prima giornata.

Domani, domenica 5 agosto, giornata di riposo per Finn e 470 maschili e femminili, mentre iniziano le regate del Campionato del Mondo 2018 per Nacra 17 e RS:X maschili e femminili.

Negli RS:X maschili, regatano Mattia Camboni (GS Fiamme Azzurre), decimo alle Olimpiadi di Rio, ha di recente vinto la medaglia d’oro ai Giochi del Mediterraneo, e Matteo Evangelisti (LNI Civitavecchia), di soli vent’anni, ha conquistato il bronzo. Presente ad Aarhus anche Daniele Benedetti (SV Guardia di Finanza), fermo da circa un anno a causa di un intervento al ginocchio, torna proprio ai Mondiali unificati, dove quattro anni fa a Santander aveva qualificato l’Italia. E poi ci sono gli altri promettenti ventenni della tavola a vela maschile italiana, Carlo Ciabatti (Windsurfing Club Cagliari), Antonino Cangemi (CC Roggero di Lauria), Luca Di Tomassi (LNI Civitavecchia). Ci saranno 90 winsdsurfer sulla linea di partenza dei ragazzi domani, e 64 su quella delle ragazze.

Nelle ragazze RS:X per l’Italia partirà domani, tra le altre, la portabandiera della Cerimonia di Apertura, e sesta a Rio 2016, Flavia Tartaglini (SV Guardia di Finanza), che arriva da un anno di soddisfazioni con un bronzo ai Giochi del Mediterraneo, un argento alla World Cup Series di Miami e un bronzo al Princesa Sofia di Palma.
Poi ci sono le più giovani Marta Maggetti (SV Guardia di Finanza) e Veronica Fanciulli (Aeronautica Militare), quest’ultima ha recentemente sfiorato il podio ai Giochi del Mediterraneo di Tarragona, e la Maggetti è stata capace di grandi spunti agli ultimi eventi internazionali.

Nei catamarani misti Nacra 17, l’Italia può contare su un’ottima squadra, con Ruggero Tita e Caterina Banti (SV Guardia di Finanza – CC Aniene) che hanno vinto dal Princesa Sofia a Hyères, fino al Campionato Europeo con una prova d’anticipo, dimostrando un grande feeling con la nuova versione foiling del catamarano. Con loro Vittorio Bissaro e Maelle Frascari GS Fiamme Azzurre – CC Aniene) e Lorenzo Bressani e Cecilia Zorzi (CC Aniene – Marina Militare), mai troppo distanti, performano sempre bene e parte delle buone prestazioni di Tita-Banti sono riconducibili a questi ottimi partner in allenamento. Poi ci sono i giovani Gianluigi Ugolini e Maria Giubilei (Compagnia della Vela Roma – CV Ventotene) ed Erica Edda Ratti e Francesco Porro (CC Aniene), i primi freschi vincitori del titolo di Campioni Europei Under 21.

E infine, per la prima volta ad un evento di World Sailing, saranno in acqua domani anche i Kiteboard dove l’Italia è rappresentata solo nella flotta maschile con Mario Calbucci (CC Roggero di Lauria), Pierluigi Capozzi (CV Fiumicino), Alessio Brasil (CV Fiumicino), Riccardo Andrea Leccese (Chia Wind Club) e Matteo Gaffarelli (TWTC Talamone).

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here