SHARE

Cagliari– Va a Brontolo Sailing Squadron di Filippo Pacinotti (affiancato da Manuel Weiller alla tattica, Federico Michetti e Silvia Morini) la Melges 20 World League European Division, il circuito continentale conclusosi a Cagliari dopo quattro combattutissime tappe tra Forio d’Ischia, Marina di Scarlino, Lerici e Riva del Garda.

Melges 20 World League
Cagliari, 15 settembre 2018
© Zerogradinord
#melges20 #zerogradinord #cagliari #melgesworldleague

Brontolo riesce ad imporsi per un solo punto dopo un testa a testa con il russo Nika di Vladimir Prosikhin che, fino alla vigilia di questa tappa, deteneva la leadership nella ranking del circuito continentale. Brontolo è riuscito così nell’impresa di risalire dal terzo al primo posto della classifica Melges 20 World League European Division con una grande prestazione sul campo di regata di Cagliari in cui il secondo posto nella classifica di tappa è stato sufficiente a firmare la vittoria nel circuito. Nika e Pirogovo Sailing (primi e secondi nella ranking alla vigilia di questa tappa) non vanno oltre al quinto e dodicesimo posto nella regata cagliaritana, parziali inutili ad arginare la rimonta vincente di Brontolo permettendo ai due team russi di occupare il secondo e terzo gradino del podio.

La tappa organizzata dallo Yacht Club Cagliari in collaborazione con Melges Europe va a Russian Bogatyrs di Igor Rytov (pt.14) che lascia alle proprie spalle Brontolo (pt.21) e il Campione del Mondo in carica Pacific Yankee dello statunitense Drew Freides (pt.25).
Tra i corinthian ancora una volta conquista il successo di tappa Siderval peraltro eccellente quarto (pt.32) nella classifica generale.

Cagliari tornerà ad ospitare la flotta Melges 20 tra tre settimane in occasione del Russian Open Championship (6 – 7 ottobre) ultimo evento primo dell’atteso Campionato del Mondo di classe sullo stesso campo di regata (dal 10 al 13 ottobre).

Le Melges 20 World League Finals contano sul supporto di Moby, Tirrenia, Helly Hansen, Garmin Marine, North Sails, Toremar, Norda, Lavazza, Rigoni di Asiago.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here