SHARE

Genova– Tra le novita’ del Salone, il nuovo A80 di Advanced Italian Yachts. JIKAN (giapponese per “Tempo”) e’ un Maxi Yacht dalle prestazioni sportive unite al lussuoso comfort degli interni. Varato a Pesaro alla fine di luglio, JIKAN ha navigato nel Mar Mediterraneo, circumnavigando l’Italia dall’Adriatico alla Sardegna passando per la Puglia, la Sicilia e le Isole Eolie per poi arrivare a Genova.

Uno yacht che discende dall’Advanced A80 APSARAS, vincitrice della ARC Regatta nel 2015 e protagonista di un emozionante giro attorno al mondo; un’avventura unica e indimenticabile iniziata nel novembre 2016, che sta toccando i luoghi più incantevoli della Terra. Attualmente APSARAS si trova in Australia, dopo aver attraversato in sicurezza mari e oceani tra Capo Verde, il Brasile, Cape, Sri Lanka e gli arcipelaghi della Thailandia. Nei prossimi mesi farà rotta verso il Cile e risalirà la costa pacifica delle Americhe, per terminare infine il suo lungo viaggio a Hong Kong.

Il progetto dell’Advanced A80 JIKAN è firmato dagli architetti navali americani John Reichel e Jim Pugh e dallo studio italiano Nauta Design di Mario Pedol e Massimo Gino.
L’ingegneria strutturale è stata curata da Gurit LTD. Le specifiche dello yacht sono state definite considerando le migliori scelte possibili per gli equipaggiamenti: un albero di 35 metri di Southern Spars con furling boom e rigging in carbonio, winches Harken, furler Reckman.

Elevate prestazioni e generosi volumi sono i risultati che il team progettuale si è proposto nel disegnare l’Advanced A80. La forma del timone e il profilo della chiglia sono il risultato delle più avanzate ricerche in termini di prestazioni e di manovrabilità per consentire al timoniere un perfetto controllo dello yacht in ogni condizione di mare e di vento.

Lo sviluppo e l’ottimizzazione della carena dell’Advanced A80 sono basati sulla vasta esperienza degli architetti navali americani che hanno regatato con successo nelle più importanti regate internazionali.

advancedyachts.it

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here