SHARE

Roma– Le dimissioni da deputato di Andrea Mura sono diventate effettive dopo la votazione di ieri alla Camera dei Deputati, che segue la sua lettera di dimissioni dello scorso 4 agosto. Si conclude così una vicenda che prima aveva visto Mura eletto con ampia dotazione di voti nelle file dei Cinquestelle alle ultime elezioni politiche, poi al centro di un caso mediatico per assenteismo e la rottura con il gruppo parlamentare pentastellato fino alle dimissioni. Muira puo’ quindi inseguire il suo progetto, la partecipazione alle grandi regate oceaniche e alla prossima Rotta del Rhum, che poi a ben vedere era probabilmente sempre stato il suo vero obiettivo.

Questo quanto pubblicato dal velista sardo sul suo profilo facebook: “Con la votazione di oggi diventano effettive le mie dimissioni da parlamentare, ringrazio i deputati per aver accettato le mie dimissioni e avere rispettato la mia volontà di terminare l’esperienza in Parlamento.

Da oggi torno ad essere un cittadino comune, come sono sempre stato. Torno nel mio mondo, allo sport e al mare, dove ci sono i valori a cui mi sono sempre ispirato: l’impegno, il sacrificio e il mantenimento della parola data da buon sardo.

Questa vicenda ha causato un linciaggio mediatico senza precedenti. Ho avuto danni enormi alla mia reputazione e subito accuse infamanti, basate su fatti inesistenti o sulla distorsione completa delle mie affermazioni. Accuse a cui non mi è stato dato neppure modo di replicare, ricevendo l’espulsione dal gruppo parlamentare a cui appartenevo senza alcuna convocazione.

Ci tengo a ringraziare i tanti che hanno creduto in me e continuano a farmi arrivare messaggi di stima. A loro va la mia gratitudine più grande.”

Andrea Mura risulta tra gli iscritti alla prossima Route du Rhum con il suo Vento di Sardegna. Contattato da Fare Vela, Mura ha confermato che sara’ presente alla partenza di Saint Malo’ con il suo Open 50 Vento di Sardegna nella classe Rhum monoscafi.

Si conclude così, nel modo piu’ logico, ovvero il ritorno di Mura nel luogo e all’attivita’ che sa fare meglio, il mare e le regate, la vicenda del deputato velista eletto a suon di voti ma rimasto poi invischiato con gli accordi e le responsabilita’ parlamentari. Mura sostiene che aveva contrattato la sua presenza agli eventi velici con il suo ruolo di deputato prima delle elezioni politiche. Da parte Cinquestelle si e’ contestato la sua mancata presenza all’attivita’ parlamentare. A ognuno il suo, verrrebbe da dire.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here