SHARE

Trieste– Il mondo della vela si ritrova compatto a Trieste per la Barcolana 50, che ha adottato lo slogan “We’re all in the same boat – Siamo tutti sulla stessa barca”. Dal 5 al 14 ottobre la città di Trieste promuove la vela, lo sport e l’aggregazione universale. E quale miglior cornice per concludere lo straordinario viaggio 2018 de “Lo Spirito di Stella”! Dopo 6 mesi di navigazione, 15 avventurose tappe tra le regioni d’Italia, il catamarano accessibile è arrivato a destinazione. Attracco previsto per giovedì 11 ottobre, di fronte a Piazza dell’Unità d’Italia.

La tappa triestina accoglie amici e sostenitori per promuovere i diritti delle persone con disabilità, con l’intento di trasformare lo sport della vela in metafora sociale, come cita il manifesto della Barcolana 50: “Anche a bordo di barche diverse, anche quando competiamo per il miglior risultato, navighiamo tutti sullo stesso pianeta, che va custodito e protetto giorno dopo giorno. Per farlo dobbiamo lasciare da parte gli individualismi e comportarci come se fossimo parte di un unico equipaggio che sta affrontando una regata. […] che si tratti di sport, di salvaguardia, del pianeta o di azioni globali, dobbiamo fare squadra”.


Presente in banchina, per tutta la durata dell’evento, Rigoni di Asiago, sponsor della regata e partner WoW 2018. L’azienda leader del mercato alimentare, da anni si fa portavoce del food biologico in Italia e nel mondo sottolineando che: “Scegliere il biologico, di produrlo come di mangiarlo, significa, di fatto, conservare nel tempo le risorse della natura. Significa pensare a noi stessi e al futuro delle nostre generazioni.” Un messaggio in perfetta linea con i valori di WoW: abbracciare il cambiamento è l’unica strada per costruire, insieme, un domani migliore.

Appuntamento per parlare di architettura accessibile giovedì 11 ottobre, ore 19, presso il Salone degli Incanti. Schüco Italia, azienda leader nel settore dell’involucro edilizio, organizza l’incontro “Universal Design”, con il quale percorrere i 7 principi del Design 4 all, attraverso la storia di Andrea Stella e del suo catamarano totalmente accessibile e l’esperienza internazionale nel mondo dell’architettura di Schüco Italia. “La nostra azienda ha portato anche nel mondo del serramento in alluminio questi principi, commenta l’Ing. Roberto Brovazzo, Direttore Generale di Schüco Italia, che interessano sicuramente gli spazi urbani, gli ambienti pubblici e i mezzi di trasporto, ma più in generale tutti gli edifici, non ultimi quelli domestici”. Aperto al pubblico della Barcolana lo “Schüco Innovation Box”, un innovativo modulo espositivo realizzato come una reale mini-casa, visitabile sulle rive triestine fino a domenica 14 ottobre.

Anche Randstad, prestigioso operatore mondiale nei servizi per le risorse umane, partecipa in qualità di partner a questa tappa conclusiva. “Siamo orgogliosi di dare il nostro contributo a un progetto così importante di sensibilizzazione ed inclusione sociale – afferma Marco Ceresa, amministratore delegato – Lo scopo è far comprendere alle imprese le opportunità che la valorizzazione di queste persone può portare in termini di nuove idee, produttività ed attrattività”.

Tra i protagonisti a Trieste anche Prima Posizione, agenzia SEO, con un seminario sul web accessibile, in cui interverrà Davide Moscheni (CEO Areaseb), previsto per giovedì 11 ottobre alle 13:30, presso il Salone degli Incanti.

Nelle giornate di venerdì 12 e sabato 13 ottobre, il catamarano rimane aperto al pubblico.

Si riparte lunedì 15 ottobre: il catamarano di Andrea Stella e l’equipaggio si dirigono a Lignano Sabbiadoro, accolti dalla Marina Punta Farosino al 21 ottobre, per un’ultima intensa settimana di Open Days organizzata grazie al supporto e la collaborazione dell’associazione sportiva dilettantistica Tiliaventumche dimostra, ancora una volta, il suo prezioso sostegno al progetto.

WoW 2018 conclude la propria attività in mare domenica 21 ottobre affiancando la “13° Punta Faro Cup” valevole per la Juris Cup e per l’IYFR Cup. Oltre che su Lo Spirito di Stella, anche su alcune altre imbarcazioni della regata potranno salire a bordo persone con disabilità. Un modo per amplificare il concetto di ‘Sport per tutti’, dimostrando come con volontà e determinazione si può superare ogni ostacolo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here