SHARE

Bruxelles– Cambia radicalmente la normativa che aveva consentito a molti armatori di scegliere la bandiera belga per le proprie imbarcazioni, con notevoli risparmi di burocrazia e attrezzature. Dal 1 gennaio 2019, infatti, La registrazione della propria barca in Belgio sara’ consentita solo nei casi in cui la proprietà dell’unita’ sia almeno al 50 per cento di un cittadino Belga o di un residente sul territorio belga.

Non e’ stato ancora chiarito cosa accadra’ alle Bandiere gia’ esistenti e assegnate prima della fine del 2018. In ogni caso sembra probabile che quelle gia’ esistenti continuino a poter navigare almeno per i prossimi cinque anni.

Dopo le analoghe limitazioni alla Bandiera Olandese, dopo quella belga la piu’ richiesta dagli armatori, si apre quindi la ricerca di altre Bandiere convenienti, a meno che lo Stato Italiano non renda piu’ logiche e semplici le norme per continuare a esporre quella con le Repubbliche Marinare.

6 COMMENTS

  1. Sono da poco (co)possessore di una imbarcazione battente bandiera italiana. Per qualcuno con più esperienza sarebbe possibile sintetizzare in 2 righe le illogicità e le complessità?

    • Buongiorno, in poche parole: la burocrazia, le visite periodiche del RINA, la complicazione nelle regole relative alla sicurezza e alle dotazioni e la frequenza dei controlli.
      Per entrare nello specifico dovrei scrivere un libro! Auguri

  2. e… l’obsolescenza dell’esame per conseguire la patente senza limiti senza limiti!!!!!! e la cassetta medica del costo non irrisorio….. Un Paese con 7.456 Km. di coste dovrebbe favorire lo sviluppo e l’attrattività della bandiera italiana ed invece…… TAFAZZI colpisce ancora!!!

  3. c’è chi sta facendo la belga al volo prima della scadenza dell’anno in corso. io l’ho fatta a fine agosto e fino al 2023 dovrei star tranquillo

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here