SHARE
Foto Maccione

Viareggio– Una flotta di oltre 60 barche d’epoca o classiche come non se ne erano mai viste a Viareggio. Dalla goletta Orion del 1910, lunga quasi 50 metri, al piccolo cutter inglese Star 1907 sul quale presso l’isola di Wight si addestravano alla vela i futuri Re d’Inghilterra Edoardo VIII e Giorgio VI. Insieme a loro altre barche ultracentenarie, Margaux e Onkel Adolph arriveranno dall’Austria, e tanti scafi in legno varati tra i primi del Novecento e i giorni nostri.

Foto Maccione

Tutte animeranno la XIV edizione del Raduno Vele Storiche Viareggio, organizzato dal 18 al 21 ottobre 2018 dall’omonima associazione (www.velestoricheviareggio.org) fondata nel 2005 e dal Club Nautico Versilia in collaborazione con la Guardia Costiera, con l’Officina Profumo-Farmaceutica di Santa Maria Novella e la rinata acqua San Carlo nel ruolo di main sponsor.

Tra le partecipanti alle regate anche Tilly XV, il Sonder Class costruito in Germania nel 1912 per il Principe Heinrich Von Preussen, fratello del Kaiser Guglielmo II di Prussia, ben cinque barche scuola della Marina Militare (Artica II, Caroly, Chaplin, Grifone, Stella Polare), una decina di scafi costruiti dallo storico cantiere ligure Sangermani, che si contenderanno il Trofeo Challenge dedicato a Cesare Sangermani scomparso lo scorso maggio, e una flotta di 5.50 metri Stazza Internazionale, l’ex classe olimpica nata nel 1949 che vanta circa 800 esemplari costruiti nel mondo. Proprio su Grifone, presente a Viareggio, l’eroe della vela italiana Ammiraglio Agostino Straulino nel 1965 vinse a Napoli il Campionato del Mondo di Classe.

Le tre regate in programma, una al giorno da venerdì a domenica, si correranno in tempo reale e l’AIVE, Associazione Italiana Vele d’Epoca, sarà responsabile della stazzatura delle imbarcazioni e delle classifiche per coloro che avranno scelto di regatare in tempo compensato con il certificato di stazza CIM.

Tra gli eventi a terra la visita di venerdì pomeriggio ai cantieri di restauro barche in legno e le conferenze di sabato 20 ottobre alle 17 presso il Club Nautico Versilia, con il navigatore Patrick Phélipon che illustrerà il suo prossimo viaggio sulla Lunga Rotta di Bernard Moitessier 1968-2018 e l’architetto Pier Maria Gibellini, presidente della Riva Historical Society, che presenterà i volumi Baglietto Varazze 1854-1939 e 1940-1983 sulla storia di uno dei più gloriosi cantieri navali italiani. Sabato sera si svolgerà la grande cena per gli equipaggi all’interno del Cantiere Del Carlo in Darsena Italia a Viareggio.

Per tutta la durata della manifestazione, presso il Club Nautico Versilia, sarà possibile ammirare una mostra di acquerelli della pittrice Emanuela Tenti, autrice del dipinto ufficiale dell’evento raffigurante Gazell del 1935 presente al raduno, e le immagini di barche d’epoca del fotografo Marco Trainotti. Sempre qui, domenica alle 16.30, si svolgerà la cerimonia di premiazione.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here