SHARE
La partenza della Regata Costiera di oggi. Foto Arrigo/Rolex

Malta– La Rolex Middle Sea Race compie cinquant’anni e li celebra con il record di 149 barche iscritte da ben 32 Nazioni. La regata più’ bella e dura del Mediterraneo, con il suo splendido percorso di 608 miglia attorno alla Sicilia, lo merita davvero. Fascino, difficoltà’, alto livello delle barche e degli equipaggi, la partenza ai colpi di cannone della Salute Battery che dominano la Grand Harbour, la ricchezza una storia iniziata nel 1968 che il Royal Malta Yacht Club ha saputo portare oltre i confini del Mare Nostrum.

La partenza della Regata Costiera di oggi. Foto Arrigo/Rolex

Per Malta stessa, piccola nazione insulare al centro del Mediterraneo, la Rolex Middle Sea Race e’ l’evento sportivo dell’anno. Un rito per i 400.000 maltesi che si ritrovano in buona parte sui bastioni della Valletta per seguirne la partenza. A riconoscerne l’importanza e’ arrivata questa sera persino Marie Louise Coleiro Preca, Presidente della Repubblica Maltese che ha riconosciuto l’importanza dell’evento e la sua capacita’ di “far incontare persone di diverse culture”, nel corso della serata al Palazzo Presidenziale d’Estate, che si trova vicino all’antica capitale Mdina.

Ospite d’onore della serata e’ stato Sir Robin Knox-Johnston, il mitico primo vincitore del Golden Globe che, in perfetta forma ed elegantissimo nel suo blazer marinaresco, e’ stato invitato dall’infaticabile Georges Bonello Dupuis, ex commodoro del RMYC e autentico tuttofare dell’evento. Sara’ lui, insieme all’ammiraglio Giovanni Iannucci e ai vertici della vela maltese, a tenere venerdì una conferenza sulla storia di questa magica regata.

Tra i protagonisti della RMSR 2018 ci sono 22 barche italiane, tra queste il Maserati Multi 70 di Giovanni Soldini e il Cookson 50 Endlessgame di Moschini con Gabriele Bruni come skipper. Proprio Endlessgame ha ottenuto oggi il secondo posto overall nella Coastal Race, preview della regata lunga che ha portato una parte della flotta a circumnavigare Comino prima di rientrare nella Marsamxett Harbour. Il tutto con un robusto Scirocco sui 20-25 nodi. La vittoria e’ andata al Carkeek 47 tedesco Black Pearl.

Proprio Ganga Bruni abbiamo incontrato nei giardini del Palazzo Presidenziale. Ne e’ nata questa video intervista, in cui affrontiamo prima la Middle Sea Race e poi i brillanti risultati della squadra azzurra di Nacra 17, di cui Bruni e’ coach, con Tita-Banti, Bissaro-Frascari, Bressani-Zorzi e Ugolini-Giubilei vincitutto della stagione.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here