SHARE
L'F50 one deisgn del SailGP

Auckland– La malcelata ambizione del SailGP di Larry Ellison e Russell Coutts di fare concorrenza all’autentica America’s Cup, si rivela man mano che arrivano nuovi particolari. I sei team nazionali annunciati paragonati ai quattro della Coppa, il lancio del primo video dell’F50, ovvero la nuova versione dell’AC50 foil, il fatto che tutto nasce nel cantiere kiwi Core Composites di Warworth di proprieta’ dello stesso Ellison e di cui Coutts e’ direttore. Non ultimo, il fatto che il decimo uomo piu’ ricco del mondo, secondo i dati Forbes 2018, avrebbe ottenuto anche un finanziamento di 2,6 milioni di dollari NZL nel biennio 2016-2017 attraverso il fondo Callaghan Innovation.

La vera Coppa, pero’, ha dalla sua la forza e il fascino di 167 anni di storia, cosa che il SailGP mai avra’, essendo probabilmente destinato a diventare solo uno dei molti circuiti professionali su foiling cat, a esclusivo beneficio dei velisti e dei professionisti coinvolti.

L’F50 one deisgn del SailGP

Il pubbico e i velisti seguiranno con piu’ interesse l’America’s Cup e i suoi pre eventi. Dal punto di vista progettuale, poi, sembra che i futuri momofoil AC75 faranno impallidire gli F50. Il caso ha voluto che in rete sia stato diffuso anche un video in cui si vede il trifoil test di 28 piedi di INEOS Team UK sfrecciare a velocita’ e volo impressionanti nel Solent.

Le potenzialita’ dei futuri AC75, paragonate a quanto visto su un piccolo 28 piedi, potrebbero essere stupefacenti, con buona pace di chi la Coppa la vinse in aula di tribunale per poi perderla a Bermuda 2017 in una delle meno seguite edizioni della sua ultracentenaria storia.

Il T5 di Ineos Team UK nel Solent

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here