SHARE
Raffiche di vento da N-NNW nel Canale di Sicilia per le 15 UTC di martedì, quando la maggior parte delle classi 4-5-6 passeranno nel Canale. A Pantelleria sono attese raffiche sui 40 nodi. Courtesy LaMMa.

Malta– Sara’ una dura notte e un ancor piu’ duro martedì per la flotta dei medio-piccoli della Rolex Middle Sea Race. Come previsto, infatti, arriva la burrasca da Nord-Nord-Ovest con venti fino a 35-40 nodi e onde fino a 4 metri previste per domani nel Canale di Sicilia, dove, come noto, lo stato del mare puo’ essere assai confuso per la presenza di numerosi Banchi. I maxi e i racer della Classe 2 hanno gia’ doppiato Favignana, per cui affronteranno i venti di burrasca in poppa (si annunciano entusiasmanti planate) ma gran parte delle classi 3-4-5-6 dovranno combattere prima di raggiungere le Egadi e iniziare la discesa nel Canale. Si prevedono, quindi, condizioni durissime per almeno una meta’ della flotta.

Lo stato del mare per le 02 UTC di martedì nel Canale di Sicilia, con onde fino a 4 metri a Pantelleria. Courtesy LaMMa
Raffiche di vento da N-NNW nel Canale di Sicilia per le 15 UTC di martedì, quando la maggior parte delle classi 4-5-6 passeranno nel Canale. A Pantelleria sono attese raffiche sui 40 nodi. Courtesy LaMMa.

Nei MORMA Maserati Multi70 ha doppiato intorno alle 18:00 di oggi Lampedusa e ha giaì iniziato la risalita verso Malta, per un’ETA intorno alle 24 di oggi per l’arrivo a Malta da vincitore della classe multiscafi. Soldini e il suo equipaggio, tra cui l’azzurro di Nacra Vittorio Bissaro, hanno compiuo la tratta da Pantelleria a Lampedusa a medie superiori ai 20 nodi con punte di 28 nodi. Il vantaggio su Powerplay e’ sulle 18 miglia.

Il Maxi 115 Nikata al passaggio da Favignana. Foto Arrigo/Rolex

Tra i monoscafi Rambler88 era a ovest di Linosa alle 19 CET e dovrebbe doppiare Lampedusa intorno alle 21 per poi arrivare a Malta all’alba di martredì. Il suo vantaggio su Momo, su cui regata Francesco de Angelis, era a Pantelleria di 50 minuti.

Tra i Classe 2 sta spingendo al massimo il Cookson 50 Endlessgame, con Gabriele Bruni e Pietro D’Ali’, che dere recuperare qualcosa in compensato per puntare al podio. Endlessgame alle 19 era sesto in reale in una battaglia di velocita’ verso Pantelleria con Teasing Machine, il Tp52 Frecciarossa, Black Pearl, tiratissimo Carkeek 47, e Arobas3.

Alcuni passaggi da Stromboli. Foto Arrigo/Rolex

Al passaggio di Favignana in handicap per ora conduce il Ker 46 Tonnerre de Glen, davanti al Mylius 15e25 Ars Una di Vittorio Biscarini (che ha doppiato Favignana alle 19:10 di oggi). I due sono anche primo e secondo in Classe 3. Seguono poi Black Pearl e Teasing Machine, con il Mylius 60 Fra Diavolo di Vincenzo Addessi accreditato di un sesto posto, il Comet 50 Carbon Verve-Camer (con Enrico Zennaro) settimo ed Endlessgame ottavo. Al passaggio da Stromboli era in buona posiione (18esimo overall e primo nella Classe 6) anche Bora Fast, il Sun Fast 3600 di Piercarlo Antonelli su cui regata anche Ambrogio Beccaria. Lo Swan 42 Be Wild era alle 19 a nord di San Vito lo Capo.

I distacchi in compensato sembrano minimi. Per la classifica overall in handicap IRC sara’ probabilmente decisiva la velocita’ che i racer sapranno o potranno (viste le condizioni) tenere nella notte tra Pantelleria e Lampedusa.

Regata dura e appassionante, come sempre alla Rolex Middle Sea Race del Royal Malta Yacht Club.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here