SHARE
A bordo di Hugo Boss

Guadalupa– Uscite dalla tempesta le classi piu’ veloci della Route du Rhum stanno iniziando la volata transatlantica verso la Guadalupa. Per i Class 40 e i Rhum, invece, si sara’ ancora da soffrire per almeno altre 24 ore. Viste le soste obbligate in porti della Spagna settentrionale o della Bretagna di molti solitari, l’organizzazione ha deciso di prolungare di 5 giorni iol tempo massimo per l’arrivo in Guadalupa.

Chi si trova invece gia’ a meta’ traversata sono i due duellanti negli Ultime, Francois Gabart su Macif e Francis Joyon su Idec Sport. Alle 18:45 CET di oggi Macif si trovava a 1.647 miglia dall’arrivo in Guadalupa, con 122 miglia di vantaggio (circa 5 ore alle attuali veolocita’ dei supertrimarani) su Idec Sport.

A bordo di Hugo Boss

Tra gli Imoca 60, che questo pomeriggio hanno superato Madeira,  Hugo Boss di Alex Thomson continua a mantenere la sua posizione di vantaggio da ovest e alle 18:45 aveva 53 miglia su Boris Hermann, che regata sulla barca monegasca Malizia YC de Monaco. Terzo Paul Mehilat a 59 miglia.

Qui sotto Alex Thomson racconta come questa mattina, dopo qualche ora di sonno dopo le dure 48 ore precedenti, abbia finalmente potuto issare tutta la randa e sviluppare un’ottima media:

Nei Multi 50, che si trovano all’altezza delle Azzorre, in testa e’ Solaires en Peloton di Thibaut Vauchel Camus.

Nei Class 40 guida la flotta ancora Yoann Richomme con 33 miglia sull’inglese Sharp. Nei Rhum multi Loick Peyron e’ riparftito dalla Galizia e questo pomeriggio ha doppiato Capo Finisterre, proseguendo la sua regata a bordo di una copia del trimarano con cui Mike Birch vinse la prima edizione del Rhum nel 1978.

Nei Rhum mono, dopo il ritiro di Andrea Mura a Lorient annunciato ieri, in testa e’ ancora Sidney Gavignet su Cafe Joyeaux.

In questo video inviato oggi da Lorient, Mura conferma le ragioni del suo ritiro:

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here