SHARE
I tre fratelli Sironi

Las Palmas de Gran Canaria- Dalla Bocconi all’Atlantico… così si potrebbe definire la passione tranquilla con cui Andrea Sironi, rettore dal 2012 al 2016 di una delle migliori universita’ economiche private del mondo e oggi presidente di Borsa Italiana, affronta l’ARC 2018. In una Las Palmas insolitamente piovosa, il pozzetto del suo Hanse 505 Anita e’ un luogo ideale per comprendere il senso di un evento che da 33 anni porta ogni anno circa duecento barche ad attraversare, spesso per la prima volta, l’Oceano Atlantico.

I tre fratelli Sironi. Andrea e’ il primo a sinistra

Andrea Sironi, 54 anni, lo fara’ con i suoi due fratelli Alberto e Renato e due dei suoi tre figli, Enrico e Pietro. Con loro uno skipper di lunga esperienza e dal cognome DOC, Enrico Malingri, e Federico, l’amico che non e’ voluto mancare. “Avevo attraversato l’Atlantico una volta in gioventu’, tanti anni fa”, ci racconta Andrea, “con una barca, giovani amici e un sestante. Lo avevo fatto tornando indietro, mi era rimasta la curiosita’ di farlo nel giusto senso e l’ARC ci e’ sembrata adesso la scelta migliore, per farlo nella sicurezza di una flotta monitorata ma soprattutto con i miei due fratelli e i miei due figli piu’ grandi”.

La moglie Bonnie, anche lei qui a Las Palmas fino alla partenza, restera’ a Milano con il terzo figlio, Matteo, ma ammette che “Stando qui un po’ di voglia di partire mi e’ venuta. Stiamo molto bene in barca. Ci piace navigare e vivere il mare in tutti i suoi aspetti, con tranquillita’, senza fretta o stress”.

Gia’, Alberto, campione di volo a vela e responsabile di foto/video di bordo (drone compreso)… e della pesca… non nasconde la curiosita’ per un esordio in Atlantico. Andrea conferma che Anita punta a godersela in relax. “Non siamo dei regatanti, certo i miei due figli a poco piu’ di vent’anni un po’ d’energia agonistica vorranno mettercela, ma il vero scopo e’ vivere quest’avventura con i “Sironi”, ovvero la mia famiglia, condividere un’esperienza formativa di vita e mi auguro assai significativa”.

Perche’ l’Hanse? “Beh, prima di tutto perche’ hanno altezze in cabina elevate vista la mia statura…”, in effetti i quasi due metri del Professore di economia degli intermediari finanziari della Bocconi spiegano la risposta. “Poi perche’ e’ una barca affidabile, magari senza prestazioni elevatissime ma sicura e comoda. Per il futuro pero’ l’idea di un multiscafo cruiser c’e’…”.

Andrea (a sinistra) e Alberto Sironi con il personale di World Cruising al Muelle Deportivo di Las Palmas

“L’organizzazione dell’ARC ci sembra ottima. World Cruising e’ attenta alle esigenze di tutti, anche di chi come noi ha deciso solo all’ultimo momento di iscriversi. Sono chiari e la check list che viene fornita al momento dell’iscrizione consente di mettere a punto la propria barca, scoprendo magari dettagli a cui non avevi mai pensato. Per esempio ho sempre avuto a bordo ovviamente la zattera e conosco la teoria per usarla ma non avevo mai visto aprirla davvero.

La dimostrazione di apertura della zattera organizzata da World Cruising al Club Varadero di Las Palmas

Usiamo la barca una quindicina di giorni in estate, con crociere da Lavagna per Corsica, Sardegna e Tirreno, e per qualche weekend, quindi avere un progetto come l’Atlantico ci consente di migliorarla. Nel nostro caso ci hanno consigliato un’antenna Vhf di rispetto e dei fuochi a mano in piu’, poca cosa, ma su questo Enrico Malingri era gia’ stato assai scrupoloso”.

Interessante, per esempio, la soluzione di rinunciare al terzo bagno, a sinistra scendendo dalla scaletta, e di utilizzare quello spazio per una cuccetta di guardia.

Un equipaggio normale, nel senso migliore della parola. L’Atlantico come esperienza condivisa e familiare. Anita tornera’ poi in Mediterraneo il prossimo aprile, probabilmente su un cargo. Ci sono molte altre cose oltre alla vela, dice Sironi. E, mentre ci salutiamo, si nota come su Anita si cerchi di far tutto al meglio, mentre i Sironi sorridono pensando alla loro prossima traversata.

L’equipaggio di Anita al completo con anche Enrico Malingri in uno degli allenamenti pre trasferimento

Foto courtesy di Alberto Sironi

L’ARC di Anita puo’ essere seguita su questa pagina Facebook.

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here