SHARE

Auckland, Nuova Zelanda– Otto richieste di iscrizioni, di cui una assai fondata. Questo e’ quanto hanno confermato il Royal New Zealand Yacht Squadron ed Emirates Team New Zealand alla scadenza delle iscrizioni per la 36th America’s Cup, che era fissata alle 17 ora locale neozelandese di oggi (le 5UTC).

Sulla base dei documenti presentati, ha specificato il defender ETNZ, solo una di queste sfide puo’ essere immediatamente accettata, mentre le altre sette o hanno condizioni o sono insufficienti. Le candidature verranno quindi vagliate nei prossimi giorni.

“Siamo molto incoraggiati dal livello d’interesse mostrato in tutto il mondo dal numero di avvisi di sfide presentate entro la deadline di oggi”, ha detto il CEO di ETNZ Grant Dalton, “c’e’ voluto molto tempo, ma assaai frottuoso poer dare ai potenziali team ogni opportunita’ per iscriversi in quello che sara’ un enorme evento globale per la Nuova Zelanda. Comunque dobbiamo procedere con cautela e non saltare a frettolose conclusioni sul numero finale dei team. Sara’ solo quando il processo d’accettazione sara’ stato completato che sapremo quanti potranno regatare nella Prada Cup insieme a Luna Rossa, American Magic e INEOS Team UK”.

Dalton ha poi specificato che alcune delle sfide sarebbero condizionate ad avere un evento delle ACWS nel Paese della sfida, il che presuppone dei cambi al Protocollo che regola la 36th America’s Cup che possono essere condotti solo con l’assenso del challenger of record Luna Rossa.

Da considerare anche che lo spazio per le basi al Wynyard Point di Auckland e’ ridotto a cinque /tre doppie e due singole), di cui tre gia’ assegnate a Luna Rossa, American Magic e Ineo Team UK. Se fossero accettate meno di tre sfide tra le otto arrivate, quindi, non ci sarebbe la necessita0′ di procedere con ulteriori lavori all’Hobson Wharf, con notevoli risparmi per la citta’ di Auckland e il Governo neozelandese.

Dalton ha concluso dicendo che l’annuncio finale sul numero di sfide accettate sara’ fatto dopo aver consultato Luna Rossa Challenge e aver verificato tutta la documentazione presentata.

Ricordiamo che fino al 31 dicembre 2018 c’e’ la possibilita’ di essere iscritti pagando una entry fee doppia di due milioni di dollari.

Dai rumor pare che le sfide con piu’ chance siano quella recente olandese, una americana da area Chicago mentre per le due italiane note non vi sarebbero stati sviluppi accettabili.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here