SHARE
Wild Otas XI nella Baia di Sydney. Foto Francolini

Sydney, Australia– Quando si arriva a Natale l’attenzione del mondo velico si sposta sulla Baia di Sydney, dove il 26 dicembre, parte la superclassica Rolex Sydney to Hobart Yacht Race. Quest’anno gli iscritti sono 88, un numero un po’ inferiore a quello degli ultimi anni, ma la sfida tra i grandi supermaxi per i line honour e quella dei racer per la vittoria in handicap overall non manchera’ di certo.

Wild Otas XI nella Baia di Sydney alle SOLAS. Foto Francolini

C’e’ prima di tutto una questione in sospeso tra Comanche e Wild Oats XI, dopo che lo scorso anno la vittoria in reale fu decisa da una protesta tra le due barche.  La Giuria assegno’ un’ora di penalizzazione a Wild Oats XI, per una virata troppo vicina a Comanche nel post partenza a Sydney, con conseguente successo in reale per Comanche, che era arrivato a Hobart 26 minuti dopo il rivale.

A bordo di Comanche non ci sara’ Jimmy Spithill, che si e’ infortunato ai legamenti di un braccio durante un allenamento e e’ volata a Los Angeles per farsi operare. Il velista di Luna Rossa dovrebbe riprendere l’attivita’ a fine gennaio.

La virata contestata di Wild Oats XI con Comanche che porto’ alla penalizzazione di Wild Oats XI nel 2017.

Wild Oats XI ha vinto nei giorni scorsi in tempo reale la Grinders Coffee SOLAS Big Boat, classica regata di preparazione alla Hobart.

Oltre ai supermaxi da 100 piedi Wild Oats XI della famiglia Oatley, con Mark Richards skipper e Juan Vila navigatore, e Comanche di Jim Cooney con Simon Fisher navigatore, sono iscritti tra i piu’ grandi il R/P 100 Black Pearl e il Juan Kouyoumdjian 100 Infotrack (ex Perpetualk Loyal) che avra’ a bordo anche il Volvo Ocean Racer Bouwe Bekking. Da Hong Kong arriva poi il Dovell 100 piedi Scallywag di Huang Lee con David Witt.

Da notare anche l’equipaggio tutto femminile su Wild Oats X, con Stacey Jackson e Dee Caffari.

Molti, al solito, i pretendenti alla vittoria overall in handicap IRC, che assegna l’ambitissima Tattersall Cup. L’anno scorso vince il Botin 52 Ichiban di Matt Allen.

Il record della regata, stabilito lo scorso anno da Wild Oats XI, e’ di un giorno 8 ore 48 minuti e 50 secondi.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here