SHARE
Black Pearl esce per primo dalla Baia di Sydney

Sydney, Australia-Davanti a un’enorme flotta di barche spettatori, e’ stato il R/P 100 Black Jack, su cui regata Brad Butterworth, a uscire per primo dalle Sydney Heads precedendo Wild Oats XI e Infotrack di circa un minuto. Solo sesto fuori dalla Baia Comanche. Grande spettacolo per le prime delle 628 miglia fino a Hobart, in Tasmania. Lungo la discesa della costa orientale australiano e’ poi Wild Oats XI a prendere la testa e alle 13 CET era a 453 miglia da Hobart con 3,3 miglia di vantaggio su Black Jack.

Da segnalare subito il ritiro del supermaxi da 100 piedi Scallywag di Hong Kong.

Black Pearl esce per primo dalla Baia di Sydney

Parte alle 13 locali, le 3 CET di oggi 26 dicembre la Rolex Sydney to Hobart Yacht Race.

Previsto per la partenza della flotta di 85 yacht un vento da NE sui 10-15 nodi, che aumentera’ poi a 20-25 nodi nella veloce discesa della costa del Nuovo Galles del Sud. Per la giornata di giovedì, invece, si prevede un calo e una situazione molto tattica.

Foto Forster/Rolex

La presenza di ben cinque supermaxi da 100 piedi fa prevedere ampia incertezza sul vincitore dei line honour. Oltre ai supermaxi da 100 piedi Wild Oats XI della famiglia Oatley, con Mark Richards skipper e Juan Vila navigatore, e Comanche di Jim Cooney con Simon Fisher navigatore, sono iscritti tra i piu’ grandi il R/P 100 Black Jack e il Juan Kouyoumdjian 100 Infotrack (ex Perpetual Loyal) che avra’ a bordo anche il Volvo Ocean Racer Bouwe Bekking. Da Hong Kong arriva poi il Dovell 100 piedi Scallywag di Huang Lee con David Witt.

Da segnalare la presenza di Gabriele Olivo sul 54′ francese Teasing Machine, uno dei favoriti per la vittoria in handicap e la presenza dell’Advanced 80 di Hong Kong Apsaras costruito a Pesaro da Adria Ship.

 

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here