SHARE

Roma– Tullio Picciolini e Giammarco Sardi sono partiti oggi dall’aeroporto romano di Fiumicino diretti a Dakar (con scalo a Malpensa), da dove prenderanno il largo a bordo del catamarano sportivo non abitabile di 6 metri “Ocean Cat” per tentare di battere il record di traversata atlantica senza assistenza dalla costa del Senegal a Guadeloupe (2551 miglia nautiche).

Secondo le statistiche e le analisi meteo, le condizioni migliori per la partenza dovrebbero verificarsi intorno al 10 gennaio. Davanti alla costa di Dakar sarà posizionata la linea di partenza dove un giudice nominato da World Sailing, la Federazione Internazionale della vela, decreterà l’inizio del tentativo di battere il record di traversata atlantica di 11 giorni, 1 ora, 9 minuti e 30 secondi stabilito da Vittorio e Nico Malingri nell’aprile del 2017.

“Questa settimana ci servirà per lo sdoganamento della barca, che è già a Dakar da dieci giorni, il montaggio e l’acclimatamento prima della partenza per il record” ha commentato Tullio Picciolini all’imbarco del volo per Malpensa. “Ci aspetta una settimana di duro lavoro – ha aggiunto – per la messa a punto di questa piccola imbarcazione, dobbiamo testare la strumentazione di bordo e i collegamenti con la sala operativa che ci seguirà da Roma e collegata alla Sala operativa della Guardia Costiera italiana”.

Intanto prosegue la campagna di crowdfunding online per chi vuole sostenere i due velisti romani: www.sportfunder.com/oceancat è l’indirizzo dove è possibile supportare l’impresa dei due navigatori.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here