SHARE
Foto Borlenghi

Con l’augurio a tutti i lettori di un felice 2019, riviviamo i momenti piu’ significativi dell’anno velico appena conclusosi in questa carrellata di news, foto e video:

Gennaio

L’anno si apre, al solito, con le emozioni della Rolex Sydney-Hobart appena vissute tra Sydney, lo Stretto di Bass e la Tasmania. Downunder ci sono anche i mascalzoni di Vincenzo Onorato che, con il Cookson 50 Mascalzone Latino, ben figurano nella celeberrima regata australiana.

MASCALZONE LATINO 32, Sail n: ITA14909, Bow n: 14, Owner: Vincenzo Onorato, Country: Italy, Division: IRC & ORCi, Design: Cookson 50

La Hobart 2017 si ricordera’ anche per la protesta tra Comanche e Wild Oats XI, con penalizzazione per i secondi che costa loro i line honour. Protesta che precede quella del 2018, nell’edizione appena conclusa, con Wild Oats XI che stavolta se la cava… ma dopo aver rischiato grosso non tenendo sempre acceso l’AIS.

3 gennaio Passamonti-Fava conquistano il bronzo Ladies al Mondiale 420. Arianna Passamonti e Giulia Fava (Nauticlub Castelfusano-AV Civitavecchia) vincono la battaglia per il terzo posto nella flotta ladies. Doppia medaglia per gli italiani impegnati negli Under 17: Tommaso Cilli e Bruno Mantero (YC Sanremo-CN Costaguta) sono argento e Demetrio Sposato e Gabriele Centrone (CV Crotone-CV 3V) vincono il bronzo. Carlotta e Camilla Scodnik (Yacht Club Italiano) sono seconde nella classifica femminile Under 17.

In gennaio Luna Rossa apre la sua base a Cagliari per la campagna verso la 36th America’s Cup. Molti gli innesti di giovani velisti italiani, che iniziano ad allenarsi sui Tp52 del team. Sempre in gennaio Prada ufficializza la sua sponsorizzazione di Luna Rossa Challenge per 65 milioni di euro.

15 gennaio Spindrift 2 parte per il suo tentativo di record al Trofeo Jules Verne, ma disalbera poco dopo la partenza…

20 gennaio Clamorosa collisione nella notte tra Vestas e un peschereccio cinese a poche miglia dall’arrivo a Hong Kong della Volvo Ocean Race. Nell’incidente muore un pescatore locale, di cui non sara’ mai reso noto il nome.

27 gennaio Andrea Bonezzi vince il bronzo al Mondiale Contender in Australia.

27 gennaio Alla Miami World Cup Flavia Tartaglini e’ seconda negli RS:X.

 

Febbraio

7 febbraio Tragico incidente a Spalato. Muore durante un allenamento nel suo amato Finn il velista master croato Luksa Cicarelli. Pochi giorni dopo, l’11 febbraio, ancora una tragedia: un velista, Mauro Lioce, perde la vita dopo essere caduto in acqua da un Bavaria 42 Match durante una regata al Campionato Invernale di Taranto.

13 febbraio Notizia curiosa: chi ricordava il Sea Nymph, lo yacht delle due (un po’ strampalate) amiche americane che si erano perse nell’Ocean Pacifico mentre volevano, o almeno così dicevano, raggungere Tahiti dalle Hawaii? Le due furono ritrovate da mezzi navali americani di stanza nell’Isola di Guam e furono salvate. La barca, invece, fu abbandonata alla deriva. Ebbene, quella stessa barca viene avvistata il 13 febbraio dall’equipaggio di Turn the Tide on Plastic durante la Leg 6 in corso della Volvo Ocean Race.

23 febbraio Scoppia il caso dei monopoli nella vela olimpica contrari alle norme anti trust della Comunita’ Europa. World Sailing minimizza ma sara’ destinata a finire sotto inchiesta in una vicenda che ancora appare lontana da concludersi e che potra’ avere enormi conseguenze sulla vela olimpica. Fare Vela segue nei dettagli la vicenda con contributi originali.

23 febbraio Maserati Multi 70 di Giovanni Soldini conclude con record la sua Rotta del Te’, da Hong Kong a Londra in 36 giorni, 2 ore, 37 minuti e 2 secondi di navigazione.

 

Marzo

11 marzo Diego Negri e Sergio Lambertenghi vincono a Miami la prestigiosa Bacardi Cup Star. In stagione i due si ripeteranno poi vincendo l’Eastern hemishere a Trieste.

12 marzo Ruggero Tita e Caterina Marianna Banti sono eletti Velisti dell’Anno FIV 2017 nella serata a Villa Miani (Roma). Il loro eccezionale 2017 sara’ solo un anticipo dell’altrettanto super 2018 con vittorie all’europeo e al mondiale Nacra 17.

25 marzo Si conclude a Genova l’edizione del rilancio del CICO, il Campionato Italiano delle Classi Olimpiche. Gran impegno dello YC Italiano, belle e impegnative regate, con base funzionale alla Fiera di Genova. Un preview della grande notizia. Genova ospitera’ nel 2019 e 2020 una tappa della World Cup delle classi olimpiche.

26 marzo Tragedia alla Volvo Ocean Race. John Fisher cade in mare da Scallywag. Il suo corpo non verra’ piu’ ritrovato. Scallywag si ritira dalla tappa Auckland-Itajaì con il passaggio da Capo Horn.

27 marzo Il New York Yacht Club torna in Coppa America. Ufficializzato il lancio di American Magic, il team guidato da Terry Hutchinson che tentera’ la riconquista della Coppa ad Auckland 2021.

 

Aprile

1 aprile Francesco Bruni e’ argento al Mondiale Moth alle Bermuda. Il titolo va ancora una volta all’inglese Paul Goodison.

4 aprile La tappa di Capo Horn della Volvo Ocean Race va a Brunel, su cui regata anche l’italiano Alberto Bolzan. Una tappa segnata dalla tragedia di John Fisher, dal disalberamento di Vestas e dalle riparazioni di Mapfre nei ridossi dietro all’Horn.

7 aprile Numeri da record al Trofeo Princesa Sofia di Palma di Maiorca, con 1200 equipaggi in regata. Tita-Banti vincono nei Nacra 17, Flavia Tartaglini fa bronzo negli RS:X

14 aprile Laser giovanile italiano sugli scudi. Guido Gallinaro e Matilde Talluri vincono sul Balaton l’Europeo Laser Radial Youth. Federica Cattarozzi e’ seconda. A Patrasso Cesare Barabino e Giorgia Cingolani vincono l‘Europeo dei Laser 4.7.

27 aprile Tita-Banti vincono anche la World Cup di Hyeres nei Nacra 17, un’altra perla di una stagione che li vedra’ dominare.

 

Maggio

4 maggio Grande eco in tutta Italia per la vicenda dei due velisti italiani del Bright, dispersi nei pressi delle Azzorre durante un trasferimento di ritorno dai Caraibi. Aldo Revello e Antonio Voinea scompaiono in mare. Le ricerche vengono sospese dopo tre giorni ma poi l’azione della famiglia e dei social media le fa riprendere, ma senza alcun esito. Sulle ipotesi del naufragio resta l’incertezza.

12 maggio Argento per il livornese Federico Tocchi all’Europeo Laser Radial a La Rochelle.

12 maggio Festa grande in pieno Prada Style per il varo in Piazza Unita’ a Trieste del nuovo TP52 Luna Rossa, che prendera’ parte alle 52 Super Series per allenare il nuovo equipaggio di Luna Rossa, di cui entra a far parte anche Vasco Vascotto.

14 maggio Nel caos piu’ totale, e tra le critiche di gran parte dei velisti internazionali, World Sailing tiene il suo Mid Year Meeting. Il presidente Kim Andersen e il CEO Andy Hunt premono per la Keelboat, che pero’ non passa (lo fara’ poi a novembre) per il 2024. Aumentano le classi mista ed entra il Kitesurf, ma i velisti protestano.

25 maggio Ben 352 timonieri prendono parte al Finn World Master in Catalogna. Tra questi l’italiano Giacomo Giovanelli, che ottiene il terzo posto assoluto e il primo nella categoria Master (40-49 anni). Titolo assoluto alla leggenda Josele Doreste.

25 maggio in una Volvo Ocean Race che si avvia al gran finale con un equilibrio mai visto prima, Brunel e Akzonobel rompono la barriera delle 600 miglia nelle 24 ore. Nella tappa nord atlantica da Newport a Cardiff, Brunel prima e Akzonobel superano il limite, che viene fissato a 601,63 miglia a 25,08 nodi di media con i VO65.

Leg 9, from Newport to Cardiff, day 5 on board Team AkzoNobel. The boat is flying along and making serious ground. 24 May, 2018.

 

Giugno

2 giugno La 151 Miglia Trofeo Cetilar si conferma regata di grande richiamo e fascino. Partono in 196 sui 218 iscritti. Il maxi Pendragon vince in reale facendo segnare il nuovo record in 15 ore e 30 minuti. Successo overall in ORC per l’ILC40 Fantaghiro’.

10 giugno Alle World Cup Final di Marsiglia ancora oro per Tita-Banti, Bissaro-Fascari completano la doppietta azzurra nei Nacra 17. Ottimo anche il terzo posto per Elena Berta e Bianca Caruso nei 470 donne.

12 giugno Altea di Andrea Racchelli vince in Canada il titolo mondiale Melges 24. Una lunga rincorsa finalmente conclusa quella del timoniere del Lago Maggiore al titolo iridato del piuì tecnico dei Melges.

14 giugno Giancarlo Pedote annuncia che fara’ il Vendee Globe su un Imoca 60 foil. La lunga rotta del velista fiorentino trapiantato a Lorient raggiunge il suo obiettivo grazie all’impegno dello sponsor Prysmian Group.

17 giugno Enfant Terrible Adria Ferries di Alberto Rossi, tattico Branko Brcin, vince a Vigo l’Europeo J/70.

24 giugno Nel piu’ combattuto e incredibile finale di sempre, la Volvo Ocean Race 2017-18 incorona all’Aja il suo vincitore in Dongfeng guidato da Charles Caudrelier. Decisiva la scelta tattica francese nelle ultime miglia, che consente di superare Mapfre e Brunel.

28 giugno Ambrogio Beccaria vince l’importante Mini Fastnet, regata in doppio per i Mini 650.

 

Luglio

1 luglio Il defender ETNZ e il challenger of record Luna Rossa Challenge pubblicano la versione aggiornata della Stazza AC75, con gli ultimi dettagli sulle parti one design e sulle regole di costruzione libera dei monoscafi “trifoil”. La corsa aslla 36th America’s Cup e’ ufficialmente iniziata. I team al momento sono quattro, ma a fine anno saranno sette con gli arrivi di Malta, Olanda e la seconda sfida americana che ripropone il brand Stars & Stripes.

2 luglio Il nuovo management della Volvo Ocean Race, che ha fa capo a Richard Brisius, comunica l’apertura agli Imoca 60 Foil per l’edizione del 2021-22. Si torna quindi anche alla progettazione aperta dopo due edizioni con i one design VO65. Alla regata prnderanno parte due classi: la Imoca 60 SSL Foil e i VO65 destinati a equipaggi giovani.

2 luglio Da Les Sables d’Olonne 16 navigatori solitari salpano per il Golden Globe Race, il giro del mondo vintage senza scalo in stile Anni Sessanta. Subito in testa il 72enne francese Jean Luc van den Heede che, a fine anno e dopo non poche avventure ha superato l’Equatore e ha ancora 700 miglia di vantaggio sul secondo, l’olandese Mark Slats, dopo aver riparato da solo l’albero nel Southern Ocean. Il GGR vivra’ non pochi problemi nel Southern Ocean, con soli cinque skipper ancora in gara e tre salvataggi. L’italiano Francesco Cappelletti, in ritardo per motivi di budget, decide di partire ugualmente dopo alcuni giorni per poi saggiamente decidere di ritirarsi in Brasile.

6 luglio Giornata di gloria per la vela giovanile italiana. Ettore Botticini e il team del CNVA vincono a Ledro il Mondiale Giovanile di Match Race. Giorgia Speciale e’ campionessa del mondo RS:X Under 21 a Penmarch, in Francia, regata in cui Nicolo’ Renna ottiene il bronzo tra i ragazzi. Carolina Albano e’ argento al Mondiale Laser Radial Under 21 in Polonia.

13 luglio Nel loro favoloso 2018 Ruggero Tita e Caterina Banti vincono l’Europeo Nacra 17 a Gdynia, Polonia, confermando il titolo del 2017. Gran lavoro anche del coach Ganga Bruni.

17 luglio Un oro e un bronzo per i timonieri italiani al Mondiale Laser 4.7 Youth conclusosi a Gdynia, in Polonia. Chiara Benini Floriani (Fraglia Vela Riva) vince tra le ragazze mentre Giorgia Cingolani (CV Torbole) conquista il bronzo.

21 luglio Ai Mondiali Giovanili a Corpus Chtisti, in Texas, due argenti, con Nicolò Renna (Circolo Surf Torbole) negli RS:X ragazzi e con Andrea Spagnolli-Giulia Fava (FV Malcesine/AV Civitavecchia) nei Nacra 15, e un bronzo, con Giorgia Speciale (SEF Stamura Ancona) negli RS:X ragazze, oltre al secondo posto di squadra nel Nation’s Trophy dietro agli Stati Uniti.

30 luglio Alessandro Siviero e Marco Tramutola vincono il Mondiale del cat Dart 18 disputato a Dervio da 98 equipaggi.

 

Agosto

11 agosto La prima decade di agosto vede lo spettacolo dei Mondiali delle classi olimpiche riuniti ad Aarhus, regate valide anche come qualificazione olimpica per Nazioni. Il kiteboard fa flop con pochi atleti, ma lo spettacolo nelle vere classi olimpiche e’ notevole. La Finn Gold Cup va all’ungherese Szombor Berecz. Il Mondiale 49er va ai croati Fantela, quello Laser a Pavlos Kontides. Ruggero Tita e Caterina Banti vincono anche il titolo iridato Nacra 17. L’Italia qualifica anche in 470 uomini con Ferrari-Calabro’, in 470 donne con Di Salle-Dubbini, e si nota il lavoro del coach Gabrio Zandona’.

Sono sei le classi qualificate per le Olimpiadi di Tokyo 2020 per l’Italia del Direttore Tecnico FIV, Michele Marchesini, sei sulle dieci totali: Nacra 17, RS:X maschile, RS:X femminile, 470 maschile, 470 femminile e Laser Radial. Qualificazione ancora da ottenere in 49er, FX, Finn e Laser.

Nacra 17 Ruggero Tita e Caterina Banti (SV Guardia di Finanza – CC Aniene) 1°
RS:X M Mattia Camboni (GS Fiamme Azzurre) 6°
RS:X W Marta Maggetti (SV Guardia di Finanza) 7°
470 M Giacomo Ferrari e Giulio Calabrò (Marina Militare) 9°
470 W Benedetta Di Salle e Alessandra Dubbini (YC Italiano) 7°
Laser Radial Carolina Albano (CV Muggia) 17°

25 agosto A Kiel Guido Gallinaro (FV Riva) e Matilda Talliuri (CN Livorno) vincono l’Oro al Mondiale Under 19 Laser Radial.

25 agosto Mattia Camboni vince l’Europeo della tavola olimpica RS:X a Sopot, Polonia. E’ il primo italiano a riuscirci

27 agosto Benedetta Di Salle e Alessandra Dubbini vincono a Bracciano il Mondiale Juniores 470. Ferrari-Calabro’ sono argento tra gli uomini.

30 agosto Al termine della Palermo-Montecarlo e’ possibile stilare la classifica del Campionato Italiano Offshore. Il titolo va al Coockson 50 Endlessgame di Pietro Moschini. Gabriele Bruni e’ lo skipper.

31 agosto Federico Colaninno vince a Koper il titolo mondiale Under 19 Finn, coinfermando il titolo del 2017. A Marsiglia Ugolini-Giubilei sono campioni del mondo Nacra 17 Under 23.

 

Settembre

3 settembre A Saint Moritz il CV Bari, con Simone Ferrarese timoniere, vince il titolo di miglior sailing club d’Europa dominando la Sailing Champion League. Il CV Bari vincera’ poi a fine mese anche lo scudetto della Lega Italiana Vela.


© SAILING CHAMPIONS LEAGUE / SAILING ENERGY
02 September, 2018.

5 settembre Andrea Casale, uomo North Sails, vince a Riva del Garda il suo secondo titolo mondiale J24. Lo fa con Kaster davanti a 98 equipaggi.

5 settembre Marco Gradoni bissa il successo al Mondiale Optimist a Limassol. Il velista romano domina la regata dimostrando grande tecnica e tenuta mentale. A inizio estate Alex Demurtas aveva vinto l’Europeo Optimist.

16 settembre Lo Yacht Club Costa Smeralda conclude le sue due settimane di fuoco con un centinaio di Swan per la XX edizione della Rolex Swan Cup, seguita alla Rolex Maxi Cup. I vincitori delle sei categorie in cui è stata suddivisa la flotta di 110 barche proveniente da 17 nazioni sono stati: Plis-Play in Maxi Class, Solte tra i Grand Prix, Six Jaguar nella Sparkman & Stephens Class. Campione del mondo della ClubSwan 50 è OneGroup mentre il titolo iridato della Swan 45 Class va a Porron IX. Il ClubSwan 42 Mela vince il campionato europeo di classe.

20 settembre Si apre il Saloine Nautico Internazionale di Genova, un’edizione segnata da grande fiducia e ottimismo che fa registrare la crescita del settore.

22 settembre Il Tp52 Luna Rossa vince a Valencia la tappa finale delle 52 Super Series. Quantum si aggiudica il circuito, dove Azzurra e’ terza.

26 settembre Europeo D-One a Santa Margherita Ligure. Terzo posto per Alessandro Novi.

 

Ottobre

14 ottobre Trieste capitale mondiale della vela. L’Italia (e non solo) impazzisce per la Barcolana. Record di presenze frantumato, 2.688 barche iscritte, l’Amerigo Vespucci, le Frecce Tricolori. la Diretta RAI… tutti vogliono esserci e ci sono. Merito del team guidato da Mitja Gialuz che ha saputo proporre un evento di vera cultura marinaresca, popolare e positivo. Uno spettacolo.

14 ottobre Youth Olympic Games a Buenos Aires. oro per Sofia Tomasoni nel kiteboard, oro per Giorgia Speciale nel Techno 293 Plus e argento per Nicolo’ Renna sempre nel windsurf. Peccato che alle Olimpiadi Giovanilki di Vela non vi fossero derive monoscafo a vela ma solo cat, winbdsurf e kiteboard…

20 ottobre La Rolex Middle Sea Race festeggia l’edizione dei 50 anni. Record d’iscritti e di partenti (131) per la regata piu’ bella e dura del Mediterraneo. Tra questi anche Maserati Multi 70 di Soldini, che vincera’ nella classe multiscafi. Line honour a Rambler 88. Vittoria Overall al JPK 11.80 francese Courrier Reccomande. Bene Endlessgame dopo la solita burrasca nel Canale di Sicilia.

29 ottobre Terrificante tempesta da Scirocco, con venti fino a 65 nodi e onde mai vista prima, che devasta il Mar Ligure e l’Alto Tirreno. Al Porto Carlo Riva di Rapallo cede il Molo Foraneo ed e’ devastazione, con decine di bareche affondate e danni per milioni di euro.

 

Novembre

2 novembre Burrascosa Assemblea Annuale di World Sailing a Sarasota. Al presidente Andersen e al CEO Hunt riesce il colpo di coda di presentare una Submission per la Offshore Mixed Kellboat che era stata esclusa a maggio. In una contestata votazione, con quattro voti decisivi che risulteranno poi male assegnati, viene raggiunto il 75 per cento necessario per procedere con le votazioni successive che portano all’esclusione della piu’ tradizionale delle classi olimpiche, il Finn, a partire da Parigi 2024. Il tutto con l’appoggio interessato della federazione francese, che porta a Sarasota un gruppo di attivissimi lobbysti che cercano e trovano voti nel Council. L’industria nautica francese gongola, il mondo dei velisti insorge.

Il 2 novembre viene ufficializzata anche l’indagine dell’Antitrust della Commissione Europea contro i monopoli nella vela olimpica che vede World Sailing sotto inchiesta.

4 novembre Una Saint Malo’ da tutto esaurito saluta la flotta della Route du Rhum. Subito una burrasca che porta al ritiro o al rifugio molte barche, tra cui Andrea Mura e Andrea Fantini, che poi ripartira’. Si rovescia il maxi tri Banque Populaire IX, con Le Cleac’h tratto in salvo al largo delle Azzorre.

In un finale epico Francis Joyon supera Gabart nel giro della Guadalupa a pochissima distanza dall’arrivo.

Anche negli Imoca e’ scoop: dopo aver dominato la regata l’inglese Alex Thomson si incaglia a Guadalupa ed e’ costretto a usare il motore per disincagliare Hugo Boss. La penalita’ ricevuta gli costa la regata, che va a Paul Mehilat. Ma la comunita’ velica internazionale lo applaude… e sembrano maturi i tempi per una vittoria non francese al Rhum.

25 novembre Parte da Las Palmas de Gran Canaria l’ARC 2018. 178 barche, di cui 6 italiane. Tra queste Mizar 3 con l’equipaggio dei diabetici sardi del Progetto Atlant1ca, che effettueranno un’ottima traversata.

29 novembre Allo YC Monaco Patrizio Bertelli presenta la Prada Cup e annuncia che la prima delle America’s Cup World Series si svolgera’ a Cagliari nell’ottobre 2019. E’ gia’ febbre Luna Rossa.

 

Dicembre

6 dicembre Per la prima volta Malta lancia una sfida per la Coppa America. ETNZ conferma la validita’ della sfida di Malta Altus Challenge. Prima della fine dell’anno arriveranno anche le sfide di Stars & Stripes Team USA e quella olandese. Il totale dei team sale quindi a sette: il defender ETNZ e sei sfidanti.

8 dicembre Il mondo della vela impazzisce per la Star Sailors League Final. Livello eccelso, regate prodotte benissimo dalle acque turchesi di Nassau. La dimostrazione che, se ben ripresa e raccontata, la vela fa spettacolo anche con barche che vanno a sei nodi. Vince Jorge Zarif davanti a Robert Scheidt e un buon Diego Negri. Impressiona il 17enne Guido Gallinaro. E nell’occasione viene lanciata anche la Nations Gold Cup.

28 dicembre Come sempre l’anno velico si chiude con la Rolex Sydney Hobart. Wild Oats XI si prende la rivincita e vince in tempo reale per la nona volta la classicissima australe. Overall la vittoria va al R/P 66 Alive con a bordo anche l’italiano Marco Carpinello.

 

Buon 2019 a tutti

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here