SHARE

Les Sables d’Olonne, Francia- Dopo aver passato l’Equatore il 26 dicembre scorso Jean Luc van den Heede e’ ottimista di poter arrivare a Les Sables, concludendo il Golden Globe Race, per il prossimo 25 gennaio. Le riparazioni all’albero per adesso tengono e il vantaggio del suo Rustler 36 Matmut su Mark Slats si mantiene saldo sulle 900 miglia. Con 2.480 miglia ancora da percorrere non ci sono piu’ margini per il recupero dio Slats, a meno di avarie per Matmut.

PPL Photo Agency – Copyright free for editorial use only
Photo Credit: Christophe Favreau/GGR/PPL

Nel frattempo il quarto dei cinque solitari rimasti in mare sui 17 partiti, l’americano-ungherese Istvan Kopar ha doppiato oggi Capo Horn.

Si noti che a oggi, 185esimo giorno di mare, il Suhaili di Sir Robin Knox-Johnston si trovava ancora a meta’ dell’Oceano Pacifico nel corso dell’originario Golden Globe. Il 73enne van den Heede potrebbe quindi concludere il Golden Globe Vintage in circa 210 giorni di mare, quando il Suhaili ne impiego’ 312 arrivando a Falmouth il 22 aprile 1969.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here