SHARE
Giancarlo Pedote sul suo Imoca con il numero 34

Lorient, Francia- La classe IMOCA 60 vive un momento di grande splendore. La corsa al Vendee Globe, la futura partecipazione alla Ocean Race (ex Volvo Ocean Race) in equipaggio, le vicende dell’ultimo Rhum, con Alex Thomson “quasi” riuscito a spezzare finalmente il dominio francese, si completa con una continua evoluzione tecnica con la tecnologia dei foil SSL.

E, in tutto questo, c’e’ anche Giancarlo Pedote che a Lorient sta muovendo i primi passi sul suo Imoca Foil. In corso in questi giorni alla Cite de Voile Eric Tabarly di Lorient la rebrandizzazione della barca, che ricordiamo e’ l’ex  UCAR St: Michel di Yann Elies.

Al velista fiorentino e’ stato assegnato il numero 34 della classe, che lo accompagnera’ quindi nelle sue prossime regate oceaniche e nel prossimo Vendee Globe, appuntamento finale della sua campagna supportata da Prysmian.

Giancarlo Pedote sul suo Imoca con il numero 34

Non si ferma, tra l’altro, la stagione delle nuove barche. Per il Vendee 2020-21 ve ne saranno ben otto nuove, tutte foil assisted. L’ultimo annuncio riguarda il due volte vincitore della Solitaire du Figaro Nicola Troussel che tra un anno varera’ il suo Imoca Foil Corum L’Epargne progettato da Juan Kouyoumdjian.

Troussel si aggiungera’ quindi al gia’ varato Charal per Jeremie Beyou e alle nuove barche previste per Alex Thomson, Charlie Dalin, Sébastien Simon, Armel Tripon, Kojiro Shiraishi e Thomas Ruyant.

La regata principale del 2019 sara’ la Transat Jacques Vabre, partenza il 27 ottobre da Le Havre, che prevede una flotta record di una trentina di Imoca.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here