SHARE

Ovada– Disavventura italiana per il campione del mondo Finn in carica, l’ungherese Szombor Berecz. Arrivato in territorio italiano durante un viaggio con furgone, carrello e Finn dall’Ungheria a Palma di Maiorca, sede dei prossimi allenamenti, Berecz e’ stato fermato dalla Polizia Stradale che gli ha contestato un carrello di portata superiore a quella possibile con la patente europea. Durissima la sanzione: 3.500 euro di multa e sequesto del furgone e del carrello per tre mesi.

Szombor Berecz (Hun) nei Finn

Berecz e’ rimasto ovviamente allibito e ha cercato di risolvere la cosa allertando i compagni di allenamento, tra cui Giorgio Poggi, tecnico dei Finn italiani e di quelli spagnoli, che in quel momento si trovava a Barcellona per gli allenamenti. La solidarieta’ finnistica si e’ subito attivata. Un nuovo carrello ha raggiunto Ovada, dove Berecz era bloccato, e tramite ulteriori azioni normative si e’ riusciti a far sospenedere il sequestro. Berecz, nel frattempo, aveva pagato i 3.500 euro di multa.

Il timionire ungherese ha potuto così proseguire il suo viaggio verso Palma.

Un caso che conferma come la normativa sui rimorchi stradali in Italia sia sempre una spada di damocle sui velisti e che e’ consigliabile sempre viaggiare bene informati sulle normative.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here