SHARE

Londra, UK- World Sailing spinge forte sulla Offshore Mixed Keelboat. Secondo quanto risulta a Fare Vela, alcuni dei principali cantieri mondiali, tra cui veri e propri colossi, sono molto interessati al progetto della nuova classe olimpica per Marsiglia 2024, sede nautica dei Giochi di Parigi.

La causa sui monopoli nella vela olimpica, che e’ arrivata negli uffici Anti-Trust della Commissione Europea, avra’ tempi di 12-18 mesi, per cui le eventuali conseguenze, con lo scenario di apertura del mercato delle classi olimpiche a piu’ produttori, necessariamente non avverranno prima della fine dell’attuale ciclo olimpico.

World Sailing sta, intanto, lavorando all’annunciato primo World Sailing Offshore World Championship, destinato a equipaggi in doppio e misti uomo/donna, proprio la formula decisa per la classe olimpica 2024. Ma con quale barca? Come e dove?

IL Luka 30 dovrebbe essere la barca usata al primo World Sailing Offshore World Championship il prossimo ottobre. Foto l30class.com

Secondo quanto risulta a questa testata, la barca per la prima edizione dell’evento sarebbe il Luka 30, monotipo di cui si era gia’ parlato nello scorso novembre durante l’infuocato Meeting di Sarasota che ha portato all’esclusione del Finn e all’adozione della Offshore Mixed Keelboat per Parigi 2024.

La sede dell’evento, da tenere a ottobre, sarebbe Malta e il porto di Genova fungerebbe da base logistica a fine estate, con World Sailing che finanzierebbe il trasporto della flotta dei 18 Luka 30 da Genova a Malta via nave. Il cantiere ucraino produttopre del Luka 30, progetto di Andrej Justin che fa capo all’olimpionico ucraino Luka Rodion, dovrebbe portare 18 Luka 30 a Genova entro settembre.

Il Mondiale a Malta, secondo quanto annunciato da World Sailing un anno fa, dovrebbe consistere in due costiere di 30 e 90 miglia e di una lunga con tre giorni e due notti di regata. Malta, cher a fine ottobre ospita tradizionalmente la Rolex Middle Sea Race, si presta facilmente a tali rotte.

Non ci sono ancora dettagli sulla formula di partecipazione, se a inviti o con selezioni.

Per quanto riguarda la successiva classe per Parigi 2024 molti sono i pretendenti. Resta il fatto che mai prima d’ora si era vista una classe olimpica costruita in corso d’opera senza considerare la reale diffusione nel mondo e in vari Paesi. Come noto, il business olimpico fa gola a molti.

2 COMMENTS

    • The Luka 30 is not for two. She is a normal full crew boat. World Sailing wants to use her for a mixed man/woman crew, in order to test the 2024 Olympic Event.
      Ciao

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here