SHARE

Roma– Lo ha ammesso anche Matteo Plazzi di COR36 nella tavola rotonda che ha preceduto la serata del Velista dell’Anno FIV a Roma. La pace sulle procedure in vista della 36th America’s Cup e’ tornata tra il defender Emirates Team New Zealand e il challenger of record Luna Rossa Challenge.

“Organizzare insieme un evento come la Coppa America trovandosi a 20.000 km di distanza a volte non e’ così semplice…”, ha detto Plazzi, “Per cui abbiamo approfittato del viaggio ad Auckland per smussare alcuni angoli che si erano creati tra il defender e il Challenger of Record con lo scopo comune di organizzare insieme la miglior edizione possibile”.

Plazzi ha anche confermato quanto aveva gia’ annunciato Patrizio Bertelli proprio al Velista dell’Anno 2018, ovvero che la prossima America’s Cup sara’ visibile in chiaro per tutti su tutte le pioattaforme TV, Internet o Social.

In tarda serata arriva puntuale la conferma da Auckland degli “angoli smussati”, con un comunicato di America’s Cup in cui si specifica come i piani verso la 36th AC stiano ora progredendo con nuove linee guida stabilite per il futuro. Il tutto e’ frutto di un accordo tra ETNZ e Luna Rossa Challenge, con lo stesso Patrizio Bertelli che e’ volato nei giorni scorsi ad Auckland per discutere una serie di questioni perndenti, alcune delle quali erano come noto gia’ giunte all’Arbitration Panel. L’accordo ha portato a un emendamento del Protocollo sull’accettazione delle entry fee ritardatarie. Di fatto, si legge nel comunicato, tutti e tre gli ultimi sfidanti (Malta Altus Challenge, Stars&Stripes Team USA e Dutch Team) sono stati accettati.

Nello specifico il milione di dollari della Late Entry Fee dovra’ essere versato entro il primo aprile per la somma di 250.000 dollari ed entro il primo ottobre 2019 per i restanti 750.000 dollari.

L’accordo chiarisce i rispettivi ruoli e il modo in cui defender e COR lavoreranno per organizzare la 36th America’s Cup presented by Prada nel 2021.

We welcomed Mr. Bertelli and his team to Auckland and appreciated his positive engagement to the event. We share an overarching desire for this event in 2021, as well as all lead up events, to be remembered as the best America’s Cup ever,” ha detto nel comunicato il CEO di Emirates Team New Zealand Grant Dalton.

“It is no secret there have been some outstanding issues that needed to be resolved, but the fact that Mr. Bertelli took the time to personally come down to Auckland is testament of the mutual respect between us, which bodes well for the event in general. The path is therefore now clear for the late entries to continue building their respective campaigns to try to participate and the Defender and Challenger of Record will give whatever support they can.”

Patrizio Bertelli ha dichiarato che “E’ stato un onore e un piacere incontrare l’HON David Parker e il sindaco di Auckland Goff per condividere la visione del Challenger of Record sull’Event Village della 36th AC. Questi giorni spesi ad Auckland sono stati molto importanti per me per capire come integrare al meglio il nostro evento con la cultura neozelandese e con il suo unico waterfront. Cio’ invia un forte segnale di amicizia e cooperazione per i mesi che verranno”.

Qui il PDF con l’Emendamento al Protocollo.

m967_AC-36-Protocol-Amendment-No-3-Executed

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here