SHARE

Venezia– L’Italia Yachts 11.98 era attesissima e il nome scelto da Franco Corazza e soci per la loro nuova creatura – Bellissima – sintetizza alla perfezione la nuova barca del cantiere chioggiotto. La barca, infatti, e’ davvero bella nelle linee e riuscita nelle prfestazioni.

L’IY 11.98. Foto Taccola

A provarla per Fare Vela e’ stato Marco Scala, architetto e uno dei piu’ esperti skipper italiani. Formatore nazionale e Istruttore di III Livello della Federazione Italiana Vela, e’ specializzato nell’altura e nelle regate blue water, che frequenta da anni. Le sue valutazioni, quindi, sono interessanti. Queste le sue impressioni:

Marco Scala al timone dell’IY 11.98 durante la prova

Italia Yachts nell’isola di San Giorgio, davanti a San Marco. Lì ha presentato in una location d’eccezione, la Compagnia della Vela, ultracentenaria sede della vela veneziana, la nuova nata del cantiere:

11.98 Bellissima!

Barca bella e veloce, ben progettata da Matteo Polli, costruita con la qualità di chi ama le barche ed un’estetica curata e piacevole. Sono rimasto colpito da come scivola bene nell’acqua anche con poco vento, grazie alle linee filanti al galleggiamento che nonostante la grande larghezza a poppa, con un ginocchio alto non trascina e non fa attrito.

Spero di vederla presto sui campi di regata, specialmente offshore visto il generoso bompresso che consente di armare vele asimmetriche. Una totale simmetria degli interni permette di avere i due bordi uguali e ben bilanciati, con due cabine doppie a poppa molto ampie e due bagni contrapposti. L’allestimento interno è completato da un piacevole quadrato, una comoda cucina e la cabina di prua che nella versione regata, la 11.98 Veloce, diventa un’efficace calavele.

Coperta ergonomica e ben attrezzata, come si addice ad un racer di razza. Regolazione di randa con grande carrello a filo pavimento e scotta alla tedesca, vang riportato sulle due mure. Up e down, carrello trasversale e tweaker per cambiare in modo puntuale le geometrie delle vele di prua, secondo angoli e intensità di vento con il genoa issato sul rollatore Jiber di Ubi Maior e tutta l’attrezzatura Harken. Un ivello molto alto di manovre su una barca da crociera sportiva, tutto a portata di mano, comodo e fluido.

Timone sensibile e facile, molto divertente anche nelle ariette adriatiche della prova dove nonostante il numero elevato degli ospiti a bordo e spesso, con i pesi non in assetto la barca offriva ripartenze veloci ai cambi di mure e reattiva ai piccoli incrementi del vento. L’Italia Yachts 11.98 ci ha regalato velocità sempre superiori all’intensità del vento reale in ogni andatura.

Ottima, precisa e ben visibile la strumentazione B&G con i comodi ripetitori all’albero.

IY 11.98 Bellissima e’ un progetto di Matteo Polli, con gli interni di Arbore & Partners Interior Designer.

L’IY 11.98 in bolina con a bordo Franco Corazza e Daniele De Tullio. Foto Taccola
Gli interni dell’11.98. Foto Taccola

Hanno detto:

Daniele De Tullio: “La qualità dell’ 11.98 Bellissima si percepisce nell’ottimo passaggio sull’onda, nella velocità e nella rapidità di manovra. Al contempo l’equilibrio dei volumi e l’ergonomia del pozzetto indicano sicurezza e stabilità, indispensabili per la crociera con la famiglia, o per la navigazione in equipaggio ridotto. La disposizione di winch e stopper è ergonomica, completa e intuitiva per manovrare, riducendo la fatica e semplificando la regolazione delle vele. Le manovre sono nascoste e comunque mai in posizioni di passaggio, che risultano così libere. La posizione del timoniere e tutta l’attrezzatura velica sono in punti ideali, un sogno che si avvera è tutto al posto giusto, mi sembra di averla già timonata”.

Franco Corazza: “Le prime impressioni di navigazione dell’ IY 11.98 sono state quelle di una barca dalla grande facilità di conduzione e precisione direzionale. Non necessita di grande esperienza per condurla al meglio, è docile al timone in tutte le sue reazioni ed è veloce, già nella versione Bellissima. Fin dalla prima uscita la barca è risultata ben equilibrata, con tanta o poca aria lo scafo reagisce come ci si aspetta, e dopo le virate riprende subito velocità. Una volta che ha messo le sue forme in acqua è rigida e stabile. Questa barca è un vero cavallo di razza addomesticato”.

Francesco Pisciotta, AD di Italia Yachts: “Da questo momento in poi Italia Yachts si spinge oltre per rispondere alla sempre crescenti aspettative dei nostri Armatori. Un nuovo logo sta a significare il cambio di passo dell’Azienda per affrontare le sfide di un mercato che diventa sempre più globale. E’ indubbio che Italia Yachts è un prodotto che oggi viene apprezzato in tutto il mondo ed il cantiere vuole significare, anche attraverso il cambio del logo, che siamo pronti ad affrontare challenge stimolanti. Le performance nella navigazione si fondono con il life style, perché ogni barca Italia Yachts è una grande barca a vela”.

Le vele di Quantum Sails sono realizzate in un nuovo tessuto il poliestere: HT Black con pannellatura differenziata per Randa e Jib , e in Superkote 75 per il Gennaker A2. La randa è full battens con una mano di terzaroli e il Jib è realizzato con 3 stecche verticali e soft hanks in infieritura, per creare il match perfetto con il sistema di avvolgimento Jiber.

Attrezzatura di coperta Harken.

L’elettronica di bordo è stata tutta affidata a B&G con il Sistema Hercules H5000, completo di strumentazione e autopilota H5000. Offre funzioni specifiche per la navigazione a vela e una potente tecnologia da competizione con CPU ultra veloce, interfaccia intuitiva, display a colori e autopilota dedicato.

Scheda tecnica

GPH ORC (provvisorio): 590

https://www.italiayachts.com/it/italia-11-98/

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here