SHARE
Si osserva il vento forte a Marina degli Aregai

Marina degli Aregai- Troppo vento, in questo iperperturbato mese di maggio, oggi a Marina degli Aregai dove si disputava la penultima giornata dell’Europeo 470 con l’organizzazione dello Yacht Club Sanremo.

Fin dalle prime ore del mattino, malgrado la giornata calda e soleggiata, le condizioni di vento e di mare sono apparse troppo impegnative per poter mandare in mare i 111 equipaggi maschili, misti e femminili partecipanti alla rassegna continentale, dopo che nella giornata di ieri si era regatato in condizioni limite di vento oltre i 20 nodi. Gli organizzatori e il comitato di regata hanno monitorato costantemente la situazione, ma intorno alle 18 hanno dovuto arrendersi, annullando le prove del giorno.

Si osserva il vento forte da terra a Marina degli Aregai

Con sole sei regate portate a termine, si chiudono quindi le regate di flotta e domani si svolgeranno gli scontri finali, le medal race a cui accedono con il punteggio acquisito i primi dieci equipaggi. Le regate per le medaglie assegnano doppi punti, e dunque rappresentano una chance per tutti i partecipanti di poter salire sul podio.

Il primo segnale di avviso verrà dato prima per i team femminili, alle ore 11, seguiti dalla prova maschile in programma per le 11.45.

Purtroppo nessuno dei velisti italiani è riuscito nell’intento di partecipare alla medal race. I due equipaggi femminili, Benedetta di Salle/ Alessandra Dubbini e Elena Berta/Bianca Caruso, hanno chiuso rispettivamente in undicesima e dodicesima posizione mentre i maschi Matteo Capurro/Matteo Puppo e Giacomo Ferrari/Giulio Calabrò hanno terminato sedicesimi e ventiduesimi. Per la prima volta il campionato europeo era aperto anche agli equipaggi misti. Alla loro prima partecipazione a una regata di livello internazionale e con condizioni piuttosto impegnative, i giovani italiani Andrea Totis/Alice Linussi (50esimi) e Maria Vittoria Marchesini/ Bruno Festo (53esimi) hanno accumulato esperienza, che sicuramente sarà loro utile in futuro.

 

Europeo Finn, niente regate

Situazione opposta ma stesso risultato, nessuna regata, ad Atene dove oggi doveva iniziare l’Europeo dei Finn. Gli 84 timonieri hanno atteso per tutta la giornata ma il vento non ha masi superato i 3-4 nodi. Tutto rimandato a domani per le prime regate. In acqua anche i giovani italiani Federico Colaninno e Matteo Iovenitti. L’Europeo Finn assegna altri posti per nazione alle Olimpiadi di Tokyo 2020, le ultime (salvo colpi di scena nel Council di World Sailing il prossimo novembre) che disputera’ il glorioso Finn.

Finn nella practice race ad Atene. Foto Deaves

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here