SHARE

Il briefing all’Accademia Navale:

Livorno– Scatta domani, alle ore 16, la X edizione della 151 Miglia-Trofeo Cetilar. Oltre ai numeri record, con la flotta di oltre 230 barche, quest’anno si e’ compiuto anche l’ultimo passo che ancora mancava a questa splendida regata, ovvero quello di richiamare i grandi maxi racer internazionali. Detto e fatto. La presenza di Rambler 88 di George David, il maxi con skipper il vincitore di America’s Cup Brad Butterworth, autentico mattatore delle grandi regate internazionali delle ultime stagioni, la dice tutta sul livello di gradimento e notorieta’ raggiunto da questra regata in soli dieci anni di vita.

Foto Taccola

Dopo il tempo perturbato di oggi, per la partenza delle 16 di giovedì e’ previsto un bel Ponente-Maestrale tra gli 8 e i 15 nodi con sole che consentira’ uno splendido spettacolo alla partenza e al passaggio da Marina di Pisa, da dove la flotta si dirigera’ velocemente, al lasco mure a dritta, verso la Giraglia. Dopo il tramonto il vento calera’ per lasciare ampio spazio alle interpretazioni tattiche della regata. Al solito, il passaggio decisivo sara’ quello all’alba di venerdì dalla costa occidentale dell’Elba, tradizionalmente spartiacque strategico della regata. Per la giornata di venerdì si prevede poi un bel Maestrale pomeridiano lungo la costa maremmana, con bella bolina finale di venti miglia tra le Formiche e Punta Ala.

La flotta e’ divisa equamente tra il Porto di Livorno e il Porto di Pisa. In acqua, barche ed equipaggi al top, con quasi 20 Maxi Yacht – tra cui appunto il Rambler 88 dell’americano George David, Vera di Miguel Galluccio, Pendragon VI di Nicola Paoleschi, SuperNikka di Roberto Lacorte, Itacentodue di Adriano Calvini, Twin Soul B di Luciano Gandini e
l’ungherese Wild Joe.

Dopo il Crew Party in programma questa sera al Porto di Pisa, l’appuntamento per domani è all’Accademia Navale di Livorno (ore 11) per il briefing tecnico. Anche questa un’innovazione significativa dei tempi di successo, visto che gli spazi dello Yacht Club Livorno non sarebbero piu’ bastati a ospitare la massa di skipper e tattici iscritti.

A seguire, la flotta dirigera’ verso il tratto di mare tra Livorno e Marina di Pisa, dove alle ore 16 è in programma la partenza della regata, a cui sarà presente anche il Presidente della Federazione Italiana Vela Francesco Ettorre.

Rambler 88 nel porto di Livorno. Foto Taccola

Presenti ovviamente anche molti scafi di punta del panorama italiano. Oltre alla gia’ citata SuperNikka del padrone dei casa Roberto Lacorte vi sono tra gli altri Sexy Too di Carlo Varelli, Durlindana 3 di Lallo Gianni, Lisa K di Giovanni Di Vincenzo, Scricca di Leonardo Servi e Tevere Remo Marevivo di Gianrocco Catalano.

Tanti anche i velisti noti: dagli italiani Andrea Casale, Paolo Cian, Oscar Tonoli, Francesco Ivaldi, Francesco Rapetti, Franco Manzoli e Michele Regolo, agli stranieri Hugo Rocha, Brad Butterworth e Simon Dubney (plurivincitori dell’America’s Cup), Dean Phipps, Jan Dekker e Bouwe Bekking.

In regata su Durlindana 3 anche l’ex azzurro del rugby Valerio Bernabò – 33 caps con la Nazionale dal 2004 al 2016 – e l’ex sciatore croato Ivica Kostelic, un palmares di 4 argenti olimpici e 5 Coppe del Mondo, skipper del Class 40 Croatia Full of Life Ola.

Foto Taccola

Le flotte, suddivise tra ORC International, IRC, IRC Over 60 e Gran Crociera, dovranno percorrere le 151 miglia della rotta con passaggi a Marina di Pisa, Giraglia, isola d’Elba (da lasciare a sinistra) e Formiche di Grosseto, prima dell’arrivo a Punta Ala, dove i più veloci sono attesi già dalla mattina di venerdì (il record da battere di Pendragon VI è di 15 ore, 30 minuti e 45 secondi). In palio, i due Trofei Challenge assegnati al primo scafo sul traguardo in tempo reale e al vincitore overall del gruppo più numeroso, oltre ai vari premi di classe e ad altri riconoscimenti che saranno consegnati nel corso della premiazione, in programma sabato pomeriggio in piazzetta al Marina di Punta Ala (a seguire il Dinner Party in riva al mare).

Organizzata da un Comitato formato da Yacht Club Repubblica Marinara di Pisa, Yacht Club Punta Ala e Yacht Club Livorno, con la collaborazione del Porto di Pisa, del Marina di Punta Ala, e dei partner PharmaNutra S.p.A. con il brand Cetilar®, Rigoni di Asiago, North Sails e TAG Heuer, la 151 Miglia-Trofeo Cetilar è una tappa del Campionato Italiano Offshore della FIV, del Mediterranean Maxi Offshore Challenge, il circuito di regate riservato ai Maxi Yachts, e del Trofeo Arcipelago Toscano.

Anche quest’anno, la 151 Miglia-Trofeo Cetilar, cui nei prossimi giorni RAI Sport dedicherà un ampio speciale, potrà essere seguita sul web in tempo reale grazie al sistema di tracciamento satellitare YB Tracking su:
www.151miglia.it

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here