SHARE
La flotta durante la seconda prova. Foto Iscvyra

Porto Cervo- Va al vecchio volpone della classe Star Augie Diaz, americano di origine cubana gia’ campione del mondo Star e Snipe, la seconda prova del Mondiale Star, appena conclusasi oggi a Porto Cervo per l’organizzazione dello Yacht Club Costa Smeralda. Vento termico sui 6-8 nodi, che il saggio Peter Reggio, presidente del Comitato di Regata, ha interpretato al meglio con efficiente timing non appena la brezza si e’ distesa.

L’arrivo di Augie Diaz e Hans Boenning in race 2. Foto Tognozzi

Augie Diaz e il prodiere Henry Boenning (BRA) hanno preso la testa nella fase finale della seconda bolina, interpretando al meglio il taglio verso la boa dalla favorita parte sinistra del campo. Secondo il polacco Mauetsz Kusznierewicz con Bruno Prada, che si porta in testa alla classifica del Mondiale con un solido 6-2. Viste le condizioni di vento leggero, infatti, la regolarita’ sara’ certamente la variabile decisiva per la vittoria finale. Diaz-Boenning sono secondi nella generale (10-1). Terzi gli svedesi Loefstedt-Ekstrom (7-6).

Così ha commentato il polacco Mauteusz Kusznierewicz: “E’ ancora presto per essere soddisfatti e abbiamo ancora quattro lunghe e complesse regate davanti. Certo che avere un punteggio così basso dopo due prove e’ un buon inizio. Il Mondiale Star, con sole sei prove in sei giorni e’ un evento molto difficile. Fa piacere regatare in una location così’ bella e dove tutto, dal Club alle regate, e’ ben organizzato e affascinante”.

La flotta durante la seconda prova. In primo piano Paul Cayard. Foto Iscvyra

Migliori italiani oggi Locatelli-Canali, tredicesimi. Enrico Chieffi, dopo aver vinto la prova di ieri, parte deciso in barca comitato. Lo fa benissimo sia nella prima partenza, finita in un richiamo generale, sia nella seconda. Si allunga primissimo al centro, solo che a meta’ bolina la sinistra, come successo ieri, diventa favorita e l’incrocio non c’e’ piu’. Chieffi concludera’ 26esimo e scende all’undicesimo in classifica (1-26). Da sinistra esce per primo il croato-inglese Razmilovic, socio dello YC Costa Smeralda, che gira in testa la prima bolina. Paul Cayard e’ ben piazzato e concludera’ quinto. Diego Negri forza un ingresso alla prima bolian ed esegue un 360 di penalita’ fino a concludere in sedicesima posizione, il che porta l’ex azzurro di Laser in settima posizione (2-16). Roberto Benamati e Alberto Ambrosini chiudono 15esimi e sono 18esimi.

Domani terza prova, al solito con le lunghe boline da 2,2 miglia, dove cinque gradi di salto di vento equivalgono a guadagni o perdite enormi.

La classifica dopo 2 prove

SWC.2019_prov.results_AFTER.2.RACESo

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here