SHARE

Porto Cervo- Ancora vento leggero per la terza giornata di regate al Mondiale Star, evento organizzato dallo Yacht Club Costa Smeralda in collaborazione con l’International Star Class Yacht Racing Association (ISCYRA) e il supporto del Main Partner Audi e dei Technical Partner Quantum Sails e Garmin Marine. La terza prova va al norvegese Eivind Melleby (4-11-1), con Audie Diaz che si porta in testa alla classifica grazie al quarto posto di oggi (10-1-4). Mateusz Kusznierewicz è undicesimo e scende al terzo posto (6-2-11).

Foto Studio Borlenghi

Il vento da sud-est ha avuto inizialmente un’intensità di 6-7 nodi rinforzandosi verso il finale della prova fino a toccare i 10 nodi.

Lo skipper Eivind Melleby, vincitore del Mondiale Star nel 2017, nel corso della prova ha accorciato sempre più le distanze dalla testa della flotta fino a concludere la terza regata primo insieme al prodiere Joshua Revkin. La vittoria odierna gli consente così di passare dalla quinta posizione provvisoria overall di ieri alla seconda. Secondo posto di giornata per Christian Paucksch in gara insieme alla prodiera Melanie Bentele – una delle due donne regatanti presenti al Mondiale – protagonisti per buona parte della competizione. Bene oggi Roberto Benamati, Campione del Mondo Star nel 1991, con a prua Alberto Ambrosini, terzo di giornata.

Edwin Melleby. Foto Studio Borlenghi

Bene anche Paul Cayard (19-5-8) che risale al quarto posto. Giornata con buoni piazzamenti degli italiani, oltre a Benamati-Ambrosini terzi: Chieffi-Corsi sono tredicesimi e sono decimi in classifica senza scarto, settimi Coppo-Bradanini, 19esimi Di Stefano-Bortoletto. Diego Negri e Sergio Lambertenghi sono diciassettesimi e sono settimi nella generale (2-16-17).

Il norvegese Eivind Melleby dichiara: “È stata una bella prova, brezza leggera ma stabile, qualche piccolo salto di vento davvero difficile da indovinare, ma era così per tutti. Nei prossimi giorni ci aspettiamo le stesse condizioni, forse un po’ più di vento sabato. Penso che la buona prestazione di poppa oggi ci abbia consentito di vincere questa prova. Siamo a metà Campionato, da qui in avanti cercheremo di fare il nostro meglio e ancora di più.”

Il tedesco Christian Paucksch commenta così la performance: “Siamo partiti bene, sulla sinistra vicino al pin e poi abbiamo azzeccato quasi tutti i salti di vento nella prima bolina, una buona tattica nella prima poppa e nella seconda bolina l’obiettivo era stare davanti alla flotta, ci siamo riusciti abbastanza bene. Nella parte conclusiva la scelta di tenerci sotto costa non ha pagato ed Eivind Melleby ci ha superato proprio sul finale. Peccato ma siamo comunque soddisfatti.  Se penso che quando abbiamo iniziato il Mondiale con la mia fidanzata ci siamo promessi di lasciare sempre almeno una barca dietro di noi, oggi ne avevamo ben più di una!”

Domani, 20 giugno, è previsto vento variabile leggero con partenza in programma alle ore 12.00.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here