SHARE
Patrizio Bertelli nel pozzetto di Vanessa alla Rolex Giraglia. Si riconoscono Torben Grael al timone, Pietro D'Alì alla randa e Gianni Tognozzi alle volanti. Foto Borlenghi/Rolex

Newport– Ha fatto molto parlare i media velici internazionali l’intervista rilasciata da Patrizio Bertelli a Fabio Pozzo della Stampa, in cui il team principal di Luna Rossa Prada Pirelli dichiara che il concept degli AC75 e’ troppo estremo. Mister Prada rivela che il suo input al defender Emirates Team New Zealand era stato di dirigersi sempre verso un monoscafo foiling assisted, ma meno estremo e avveniristico dei monokitten AC75. Da qui il ritardo nei vari (quello di Luna Rossa e’ stato annunciato per il 25 agosto a Cagliari) degli AC75 stessi. “Complicata soprattutto la parte elettronica, ci stiamo lavorando da due anni”, ha specificato Bertelli.

Piu’ semplicemente i quattro grandi team si avvicinano allo scotro tra Titani dell’estate australe 2021 ad Auckland e l’ex alleato ETNZ diventa presto il defender da battere. Niente altro che America’s Cup allo stato puro, dove chi la Coppa ce l’ha, ha sempre cercato di difendere il vantaggio tecnologico acquisito. Luna Rossa ci crede.

Patrizio Bertelli nel pozzetto di Vanessa alla Rolex Giraglia. Si riconoscono Torben Grael al timone, Pietro D’Alì alla randa e Gianni Tognozzi alle volanti. Foto Borlenghi/Rolex

D’altra parte Patrizio Bertelli appare sempre piu’ innamorato dello yachting puro. Lo dimostra la pretcipazione recente alla Rolex Giraglia con il suo splendido IOR progetto di Giulio Cesare Carcano del 1974 Vanessa, restaurato lo scorso anno e dotato di nuova randa in 3Di North con roach e volanti. Con Torben Grael al timone (appeso sullo specchio di poppa), Pietro D’Alì alla randa e lo stesso Bertelli a bordo, il Vanessa ha toccato i 21 nodi nelle planate con spi grande a riva verso la Giraglia.

Tra un paio di giorni inizia poi la spedizione a Newport per l’atteso Mondiale dei 12 Metri, in programma dall’8 al 13 luglio all’IDA Lewis Yacht Club nel Rhode Island. Bertelli lo affronta con i suoi due gioielli, il vintage Nyala US12 e il Grand Prix Kookaburra 2 KA12, affidate rispettivamente al timone di Mauro Pelaschier e dello stesso Torben Grael con due equipaggi di veterani di Luna Rossa e glorie delle Coppe italiane. Le barche sono gia’ arrivate in loco e saranno raggiunte per il prossimo fine settimana dagli equipaggi. I due 12M di Bertelli regateranno a Newport con il guidone dello Yacht Club Italiano.

I venti 12 M in regata al Mondiale di Newport, suddivisi in cinque categorie:

Grand Prix Division

Kiwi Magic (KZ-7) Johan Blach Petersen, Aarhus, Denmark

Kookaburra II (KA-12) Patrizio Bertelli, Porto Santo Stefano, Italy

Legacy (KZ-5) (nee Laura) Jesper Bank and Thomas Andersen, Munkebo Fyn, Denmark

New Zealand (KZ-3) Gunther & Maggie Buerman, Highland Beach, Fla./Newport, RI

Modern Division

Challenge XII (KA-10), Jack LeFort, Jamestown, RI

Courageous (US-26), Ralph Isham / Steve Glascock / Alexander Auersperg / Ward Marsh / Arthur Santry, Newport, RI

Defender (US-33), Tom Webster, Hilton Head, SC and Dick Enersen, San Rafael, CA

Enterprise (US-27), Clayton & Nancy Deutsch, Newport, RI

Freedom (US-30), Charles Robertson, Guilford, CT

Intrepid (US-22), Jack Curtin, Toronto, Canada / New York, NY

Victory ’83 (K-22), Dennis Williams, Hobe Sound, FL / Newport, RI

Traditional Division

American Eagle (US-21), Eagle 2019 Syndicate, Newport RI

Columbia (US-16), Kevin Hegarty, Newport, RI and Anthony Chiurco, Princeton, NJ

Easterner (US-18), Scott Bernard, Annapolis, MD

Nefertiti (US-19), Jon Sears Wullschleger, Sarasota, FL

Vintage Division

Blue Marlin (K-17), Henrik Andersin, Kotka, Finland

Nyala (US-12), Patrizio Bertelli, Porto Santo Stefano, Italy

Onawa (US-6), Jim Blanusha / Steven Gewirz / Jouis Girard / Earl McMillen / Mark Watson, Newport, RI

Vema III (N-11), Vema III AS Syndicate, Oslo, Norway

12 Metre Spirit

America II (US-42), New York Harbor Sailing Foundation, New York, NY

America II (US-46), New York Harbor Sailing Foundation, New York, NY

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here