SHARE

Reggio Calabria– Tra Scilla e Cariddi regatare non e’ certo semplice, e si sapeva. I fondali ben oltre i 300 metri dello Stretto davanti a Reggio Calabria, le correnti, discendente al mattino-stanca-montante al pomeriggio, i refoli e bastardi contrari lungo costa, il vento sempre presente e l’onda che cambia a seconda della corrente di marea. Partenze dove rimanere dentro la linera e’ gia’ un’impresa o poppe contro corrente che diventano infinite… Insomma, per emergere nei campi di regata di Reggio, tra boe che partono per conto loro e barche comitato girate innaturalmente con la poppa al vento, bisogna essere davevro bravi…

E bravi lo sono i giovani velisti Under 19 arrivati in Calabria, che oggi hanno disputato la terza e penultima giornata di regate deii Campionati Italiani Giovanili in singolo, organizzati dalla Federazione Italiana Vela, giornata caratterizzata inizialmente da un vento sui 12 nodi che è andato a scemare nel primo pomeriggio. I Radial hanno disputato una prova per le due batterie, che così domani possono disputare Gold e Silver. I 4.7, invece, dopo molti richiami generali e bandiere nere non hanno concluso nessuna prova valida. Due le prove disputate dagli Optimist, che anche domani potranno regatare in Gold e Silver.

Regatare nello Stretto, pur tra notevoli difficolta’ logistiche, ha comunque il suo fascino, come avra’ notato anche il grande Robert Scheidt, arrivano qui al seguito del figlio Erik, che da lunedì prende parte alla Coppa del Presidente risrevata agli Optimist Cadetti.

I risultati di oggi:

Optimist
Due le prove disputate oggi per un complessivo di 7 prove totali. A una giornata dalla fine, mantiene la testa Tommaso De Fontes (Circolo Nautico NIC) con 1, 2 di giornata, davanti ad Alex Demurtas (Fraglia Vela Riva) con 1, 2 ed Alessandro Cortese (Club Velico Crotone) con 7, 4. Scende al 26esimo posto Marco Gradoni, il tre volte campione del mondo che qui partecipa alla sua ultima regata in Optimist prima di iniziare la sua avventura in 29er, incappato nella seconda bandiera gialla e in una squalifica.

Laser Radial
Una prova per batteria, i verdi al mattino e i rossi al pomeriggio dopo che una prova era stata annullata prima della bolinetta finale per boa disancorata e sopraggiunto cambio di corrente, sul campo dei Laser Radial. Al comando Matteo Paulon (Yacht Club Cannigione). Al secondo posto Antonio Persico (LNI Napoli) e al terzo posto Cesare Barabino (Yacht Club Olbia).

Domani sarà l’ultimo giorno a Reggio Calabria e si incoroneranno i Campioni Italiani Giovanili 2019 nelle classi Optimist, Laser Radial, Laser 4.7, Techno 293 OD, RS:X Youth, e Kiteboarding al termine delle regate. Non saranno date partenze dopo le 15.30 e le premiazioni si terranno sulla spiaggia area concerto alle 17.00. Saranno presenti il presidente della Federazione Italiana Vela, Francesco Ettorre, il presidente del CONI Calabria Maurizio Condipodero, Gianni Latella, Assessore allo Sport del Comune di Reggio Calabria e Umberto Giordano, Dirigente settore Turismo del Comune di Reggio Calabria.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here