SHARE
Una delle partenze dalla Gran Harbour. Foto Arrigo

Malta– Inizio di Rolex Middle Sea Race lento in questa edizione numero 40. Dopo la spettacolare partenza dei 113 yacht di ieri mattina dalla Gran Harbour di Malta, la flotta è risalita a medie basse verso Capo Passero, doppiato dal Maxi Rambler 88 solo dopo il tramonto. Impossibile, quindi, ipotizzare un assalto al record della regata.

Una delle partenze dalla Gran Harbour. Foto Arrigo

L’uscita di Rambler 88 dallo Stretto di Messina è avvenuta solo verso le tredici di domenica, con il maxi di George David che ha doppiato poi Stromboli verso le 17:40 CET di oggi, Seconda posizione overall in reale e prima dei multiscafi per l’ORMA Ad maiora di Bruno Cardile, anche lui prossimo a doppiare Strombolicchio alle 18 di oggi.

Rambler 88. Foto Arrigo

Terzo in reale al momento è il Reichel/Pugh 60 ungherese Wild Joe, seguito a poca distanza dall’IRC 52 francese Arobas 3 e dal Cookson 50 Kuka 3 di Franco Niggeler.

PrimaVista Lauria con Gabriele Bruni e Pietro D’Alì era uscita dallo Stretto di Messina alle 18:15 ed era segnalata in testa alla classifica IRC provvisoria tra le barche già fuori dallo Stretto.

Il vento per ora si mantiene leggero, mentre è atteso un notevole rinforzo da Sud Est nel Canale di Sicilia per le giornate di martedì e mercoledì, che rederà durissima la regata alle barche delle classi più piccole, con condizioni di burrasca con venti fino a 40 nodi e onde di 4 metri nella giornata di mercoledì che potrebbero diventare insostenibili per le barche più attardate che non saranno riuscite a doppiare Lampedusa entro martedì mattina.

Il vento di Scirocco previsto per le 18 UTC di martedì nel Canale di Sicilia, in rapido peggioramento nelle 24 ore successive, con condizioni di vento fino a 40 nodi e onde di 4 metri nella giornata di mercoledì. Condizioni probabilmente insostenibili per le barche più piccole

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here