SHARE
Be Wild all'arrivo a Malta. Foto Arrigo

Powered by

Malta– Sorpresa finale alla Middle Sea Race: la vittoria overall va al First 45 maltese Elusive 2 della famiglia Podesta’, che supera di pochi minuti il JPK 11:80 francese Courrier Recommande’. Vittoria doppiamente marinaresca, visto che arriva per un RDG (riparazione) concessa dalla Giuria Internazionale perche’ Elusive e’ andata in assistenza di una barca che aveva disalberato tra le Egadi e Pantelleria. I 28 minuti concessi dalla Giuria hanno portato al sorpasso di Elusive 2 sul JPK.

Elusive 2. Foto Arrigo

Ma anche la vela italiana sorride, e lo fa con accento misto marchigiano-siculo. Concludere infatti la Rolex Middle Sea Race e’ gia’ una soddisfazione per chiunque vi partecipi. Farlo da terzi overall, secondi di classe in IRC 4 e primi assoluti nella stazza ORC, dopo una cavalcata di 606 miglia prima tra arie leggere e paesaggi mozzafiato e poi con una durissima bolina contro lo Scirocco del Canale di Sicilia, e’ qualcosa da raccontare nelle serate d’inverno al circolo. E’ quanto potranno fare al Vela Club Porto Civitanova Marche i ragazzi di Be Wild, lo Swan 42 di Renzo Grottesi che ha appena concluso una stupenda regata.

Così riassume l’impresa Michele Regolo, uno degli uomini chiave dell’equipaggio marchigiano, “E’ difficile spiegare cosa sia la Middle Sea Race. Non è solo una regata, è una prova contro te stesso, a volte un sogno e a volte un incubo. Essere di notte e avere la prua che salta su onde di tre metri con 25 nodi e la barca che sembra distruggersi ad ogni scontro con l’acqua ma provare a passarle bene per i tuoi amici a bordo, perché stanno dando tutto, per tua figlia che compie tre anni mentre papà salta tra le onde, mentre diventa impossibile dormire e un cracker vale più di un piatto di Cracco. Ancora non comprendo il fatto che con BeWild abbiamo vinto in ORC e 3zi in IRC. Un risultato leggendario per il CV Portocivitanova e per un gruppo composto dall’armatore Renzo Grottesi, Niko Mascoli , Nicola Cimbro Stedile, Tommaso D’Antuono, Federico Del Zompo, Fabio DeSimoni, Sandro Iesari, Peppu Ale Marinelli, Luigi Masturzo, Manuel Polo e me”.

Be Wild all’arrivo a Malta. Foto Arrigo

Be Wild ha sfiorato la vittoria overall assoluta (alla Middle Sea, come in tutte le maggiori Blue Water Regatta si assegna in IRC), che sembrava ormai assegnata a Courrier Recommande’ ma che per un RDG ha visto la vittoria del First 45 Elusive 2, ottava barca maltese a vincere la regata nei suoi 51 anni di storia. Il Rolex Middle Sea Race, che si assegna da 40 edizioni per premiare la barca che vince in compensato la regata piu’ tosta e bella del Mediterraneo, e’ stato mancato solo per poche decine di minuti in handicap dopo che Be Wild si era mantenuto in testa dallo Stretto di Messina fino a Pantelleria. Nella tratta finale tra la “Figlia del vento” e Lampedusa e tra questa e Malta, il JPK 11:80 ed Elusive 2 hanno spinto al massimo nella bolina finale fino a recuperare quanto bastava. Ma resta l’impresa di Be Wild, che ha preceduto il First 45 all’arrivo di tre ore e mezzo cedendo poi in compensato per un’ora e quaranta minuti. Una barca che ha saputo destreggiarsi bene nelle arie leggere alle Eolie e fino alle Egadi, resistendo poi nella Sciroccata finale.

Be Wild ha un’anima derivistica, visto che Michele Regolo e’ stato azzurro di Laser a Weymouth 2012, lo skipper Luigi Masturzo ha regatato per anni in Finn e Alessio Marinelli, oltre a essere timoniere di fino nei monotipi sportivi, e’ sempre tra i migliori nella classe Laser Radial dove fa incetta di titoli Master. Così come il Vela Club Porto Civitanova, il cui guidone Be Wild ha portato a Malta, e’ uno dei migliori in Italia nella vela agonistica.

La vittoria overall alla Middle Sea Race ha visto in tempi recenti la vela italiana trionfare con B2 e Mascalzone Latino. In questa edizione del 2019 si aggiungono la vittoria in IRC 3 dell’Ice 52 PrimaVista Lauria (sesto overall) con Pietro D’Alì e Gabriele Bruni, il terzo assoluto e il secondo in IRC 4 di Be Wild.

In classe 1 vittoria per Rmbler 88, al momento 24esimo nella ovrall. In classe 2 vittoria per il Carkeek 47 Black Pearl, in classe 3 successo meritatissimo per l’Ice 52 PrimaVista Lauria, in classe 4 vince Elusive 2 davanti a Be Wild mentre la classe 5 va a Courrier Recommande’. La classe 6 dovrebbe andare al JPK 10:80 Solenn del franbcese Gerard.

Nella overall ORC Be Wild precede Elisive 2 e il J111 Blur.

Al momento le barche ritiratesi per il duro Scirocco nel Canale di Sicilia sono una ventina: secondo il tracker sette sono in porto a Trapani, tre a Favignana, una a Marsala e otto risultano ferme a Pantelleria (tre le italiane, Pegasus, Acquamarina e Asia).

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here