SHARE

Bermuda– Il Council di World Sailing ha approvato la raccomandazione di utilizzare lo Standard iFoil come classe per il windsurf olimpico a Parigi 2024 (Marsiglia per la vela). La votazione e’ stata di 31-8 con due astenuti. Anche il windsurf olimpico passa quindi al foiling e abbandona la classe RS:X, che era stata olimpica dal 2004 al 2016.

Il Council ha poi confermato le dieci discipline per il 2024, non aprendo la procedura di votazione sulle varie Submission presentate che volevano una revisione. Questo implica anche che alle Olimpiadi veliche non vi saranno classi per atleti che pesano piu’ di 85 Kg. La parola passa adesso all’Assemblea Generale del 3 novembre, che dovra’ ratificare (ma potra’ anche cambiare) tutte le decisioni del Council. Attesa per il voto sulla nuova Governance proposta dal presidente Kim Andersen.

Per quanto riguarda la Offshore Mixed Keelboat, che esordira’ a Marsiglia 2024, il Council ha votato la Submission 043-19 (39-2 il voto) che chiarisce iu criteri per la scelta delle barche con cui saras’ assegnata la prima medaglia offshore nella storia della vela olimpica. Argomento questo che nei mesi scorsi ha sollevato un ampio dibattito e forti contestazioni da parte di moilti velisti ma anche un interesse da grandi cantieri.

I Criteri per la scelta di una barca per le regate di qualificazione e per la regata olimpica del 2024 saranno pubblicati non oltre il 31 dicembre 2020, quindi a soli tre anni e mezzo dai Giochi di Parigi. Allo stesso tempo la Raccomandazione votata dal Council ha stabilito che la classe che sara’ usata a Parigi 2024 sara’ scelta non oltre il 31 dicembre 2023.

Quindi, di fatto, un altro rinvio su un tema di fondamentale rilevanza per il futuro olimpico.

La due giorni del Council, trasmessa in diretta su YouTube ma solo in audio per le restrizioni di budget, ha reso evidente il grande stato finanziario in cui si trova World Sailing.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here